San Siro sarà stasera teatro della prima semifinale di ritorno di Coppa Italia. Dopo lo 0-0 di quasi due mesi fa all’Olimpico, Milan e Lazio cercano il pass per la finale del 15 maggio a Roma. Entrambe le squadre arrivano a questa partita sicuramente non al massimo.

Nelle ultime cinque partite di campionato, i rossoneri hanno racimolato solamente 5 punti; l’unica vittoria è proprio contro la Lazio, sconfitta di misura grazie ad un rigore trasformato da Kessie. Oltre all’aggancio al quarto posto da parte dell’Atalanta, il Milan deve guardarsi dietro: la Roma è ad un solo punto di distanza, il Torino (prossimo avversario domenica) a tre punti. Il pareggio di Parma, con i rossoneri raggiunti a pochi minuti dal termine con una punizione capolavoro di Bruno Alves, ha lasciato l’amaro in bocca, nonostante una prestazione in generale sottotono.

Dall’altra parte della barricata, c’è una Lazio reduce da una pesante sconfitta casalinga ad opera del già retrocesso Chievo. Ad incidere sul risultato è stata sicuramente l’espulsione di Milinkovic-Savic al 34’ per un calcione nel sedere rifilato a Stepinski. Per i capitolini vale comunque lo stesso discorso fatto per il Milan: solo quattro punti nelle ultime cinque partite, che testimoniano il periodo poco prolifico da parte dei biancocelesti.

Che partita sarà considerando quanto i prossimi impegni di campionato saranno importanti in ottica Europa per entrambe le squadre? Sicuramente equilibrata e aperta a qualsiasi risultato. Lo 0-0 potrebbe, per certi versi, favorire la Lazio, a cui basterebbe un pareggio con reti per andare in finale. Difficilmente la gara potrebbe trascinarsi fino ai calci di rigore poiché le energie, già esigue in questa fase della stagione, sono importanti per centrare l’obiettivo principale: il quarto posto che vale la partecipazione alla prossima Champions League, più alla portata del Milan che della Lazio, considerando il ritardo di 4 punti accusato dai biancocelesti.