dybala

Mancano pochi giorni all’inizio del campionato di Serie A ma ai mass media sembra non importare. Tutti concentrati sul calciomercato e sui prossimi colpi di Juventus, Inter, Napoli, Milan, ecc.

I bianconeri, invero, sono più concentrati sulle cessioni. Fabio Paratici è a lavoro per sfoltire la rosa. La lista dei partenti è di livello: Dybala, Mandzukic, Matuidi, Rugani, ai quali si è aggiunto, nell’ultima settimana, Emre Can. Hugain e Khedira, dai per sicuri partenti fino a qualche tempo fa, sono destinati a rimanere.

Il primo perché difficilmente collocabile altrove (il giocatore a più volte rifiutato il trasferimento alla Roma), il secondo perché considerato da Sarri importante nello scacchiere di centrocampo. Gli altri? Dybala è entrato nelle grazie del PSG, ma i parigini devono prima vendere Neymar al Barcellona. Mandzukic sembrava destinato a tornare al Bayern Monaco, ma i bavaresi si sono tirati indietro. Le ultime news parlano di un interessamento da parte del Milan. Matuidi ha rifiutato il trasferimento al Monaco; per lui il rischio concreto è di passare più tempo in panchina o in tribuna che in campo.

Per quanto riguarda Rugani, nelle ultime ore Paratici è volato a Barcellona per proporre lo scambio con il giovane Miranda, ma si è ragionato anche su un possibile baratto Rakitic-Emre Can. Addirittura pare che la società blaugrana abbia proposto Suarez al ds bianconero, ricevendo un cortese rifiuto. D’altronde, l’obiettivo è e resta soltanto uno: Mauro Icardi, considerato da Sarri fondamentali per i suoi schemi d’attacco. Ma bisogna vendere prima di acquistare il forte attaccante argentino, completamento escluso dal progetto tecnico di Conte e Marotta.

A proposito di Inter: dovrebbe essere imminente l’arrivo di Alexis Sanchez dal Manchester United. Marotta ha chiesto un prestito secco con diritto di riscatto e sta aspettando una risposta. La sensazione è che l’affare dovrebbe concludersi positivamente, anche se alcune voci dicono che la società inglese preferirebbe cederlo a titolo definitivo.