baseball

Per gli sportivi che masticano pane e calcio ogni settimana, il baseball potrebbe rilevarsi un gioco di difficile comprensione. In effetti, è così.

In fondo, il calcio ha poche regole basilari, facili da comprendere anche per chi non lo segue praticamente mai. Il baseball, invece, non è uno sport di semplicissima comprensione. Ad esempio, prendiamo il “Triple play”: due uomini in attacco, uno in prima e l’altro in seconda base, mentre il battitore colpisce una palla valida in direzione della terza. La difesa reagisce prontamente, la recupera ed elimina, in un colpo solo, ben tre giocatori. Inning chiuso, avanti il prossimo.

Oltre a questo, ci sono le “basi rubate”, il “fuoricampo”, meglio conosciuto come “home run”, e altro. Anche se statico all’occhio degli appassionati calciofili, il baseball vive di azioni fulminee che sono la sua vera essenza.

Entrando meglio nei dettagli di questo affascinantissimo sport, una squadra schiera 9 giocatori, che si scambiano i ruoli in difesa e attacco ogni tre eliminazioni. Tutti vanno in battuta (ad eccezione del lanciatore) quando sono in attacco. I ruoli? Eccoli: lanciatore (pitcher) (P); ricevitore, (catcher) (C), prima base (1B), seconda base (2B), interbase, o shortstop (SS) terza base (3B), esterno destro (RF), esterno centrale (CF), esterno sinistro (LF). Il battitore designato porta la sigla DH.

L’anima del baseball è la sfida tra lanciatore e battitore, che finisce quando, alla fine delle nove riprese, ci saranno tre eliminazioni ciascuna. Con tre strike messi a segno (lanci che sono stati effettuati nella zona del battitore), il lanciatore è il vincitore, mentre diventa perdente quando si macchia di quattro ball (lanci al di fuori della zona del battitore, ossia troppo alti o bassi, troppo interni o esterni). Nel punteggio complessivo, i ball e gli strike vengono messi sotto quello complessivo della partita, con accanto una “O”, la quale indica il numero dei giocatori eliminati durante l’inning.

Naturalmente, ci sono altre cose che andrebbero discusse. Ma, in linea generale, le cose principali da sapere sono queste. Ora non vi tocca che guardare il baseball per scoprirlo nella sua interezza.