Pelé
Pelé

Così come accade per Messi e Ronaldo, quando Maradona era all’apice della sua carriera molto spesso nascevano e tramontavano diatribe da parte di giornalisti e tifosi su chi era il migliore tra lui e Pelé. Una discussione invero mai tramontata e che continua anche oggi. Prima di esprimere un giudizio, è importante dare uno sguardo alle carriere di entrambi gli ex fuoriclasse.

Pele ha sempre affermato di aver segnato 1.281 gol in 1.363 partite, ma c’è da sempre incertezza sui numeri; quindi, bisogna prendere in considerazione solo il suo record di carriera ufficiale. L’attaccante brasiliano ha giocato 669 partite ufficiali col Santos, col New York e la nazionale brasiliana segnando circa 626 gol, con un goal-ratio di 0,96 di gran lunga migliore a quello di Maradona, il quale ha giocato circa 492 partite ufficiali in 3 diverse leghe e ha segnato 258 goal; quindi, il goal-ratio è solo 0,52.

La carriera calcistica di Pelé si è svolta tra Brasile e Stati Uniti, dove i campionati non sono competitivi come quelli europei dove ha giocato principalmente Maradona. Invece, sul palcoscenico internazionale, Pelé ha segnato 77 gol col Brasile in 92 partite, di cui 12 nei Mondiali di Calcio. Di contro, Maradona ha segnato di meno: 34 gol in 91 partite con la Nazionale argentina, di cui soli 8 in Coppa del Mondo. Ma lo score non è sufficiente per giudicare le abilità dei due più grandi calciatori nella storia del calcio.

I titoli vinti hanno un certo peso. Pelé ha vinto tre Mondiali di Calcio, mentre Maradona soltanto uno. Il primo titolo internazionale vinto dal fuoriclasse brasiliano fu nel 1958 ed a soli 17 anni. Poi vinse nuovamente nel 1962 e nel 1970, dove faceva parte del più forte Brasile di tutti i tempi. A livello di club, ha vinto 10 campionati con il Santos, nessuno col New York nell’MLS.

Maradona, invece, vinse il suo primo e unico Mondiale con l’Argentina nel 1986 all’età di 26 anni, segnando contro l’Inghilterra il gol più bello nella storia della Coppa del Mondo. Per quanto riguarda la carriera nei club, ha giocato due anni col Barcellona prima di trasferirsi a Napoli, dove ha vinto due campionati e una coppa UEFA.

Alla luce di quanto esposto, emettere un verdetto è alquanto difficile. In fondo parliamo di due fuoriclasse sostanzialmente diversi e che hanno giocato in periodi diversi. Pelé aveva classe e potenza ma non ha mai giocato nei campionati europei più importanti. Maradona, geniale e da un dribbling quasi impossibile da fermare, ha avuto modo di confrontarsi con le migliori squadre ed i migliori giocatori presenti nel Vecchio Continente. Al netto di questo, è possibile affermare che Maradona e Pelé sono superiori l’uno all’altro in certi aspetti, ma nessuno dei due prevale.