juventus
Foto da bbc.com

Ufficialmente, il mercato inizierà lunedì ma già molte squadre sono a lavoro per rinforzare le loro rose. Solitamente, nonostante il mercato finisca il 2 settembre, i colpi migliori vengono messi a segno tra giugno e luglio.

Dopo aver scelto Sarri come nuovo allenatore, la Juventus è la società al momento più attiva. In attesa che Cancelo venga ufficialmente ceduto al Manchester City per una cifra intorno ai 55 milioni di euro, le operazioni in entrata prevedono l’acquisto di almeno quattro pedine per alzare l’asticella. Naturalmente, gli ostacoli da superare sono diversi e, in alcuni casi, davvero ostici. Buffon tornerà a vestire la maglia bianconera: contratto di un anno come secondo di Szczęsny, poi ruolo di dirigente nella società. Quindi, Mattia Perin è in uscita. Trovare un acquirente non sarà facile, ma neanche impossibile.

Ma i nomi veramente caldi sono quelli di Adrien Rabiot e Matthijs De Ligt. Affare concluso con il primo (salvo ripensamenti dell’ultimo momento della sua madre-agente), per il secondo bisogna attendere ancora qualche giorno, anche se l’accordo economico col giocatore è praticamente raggiunto.

Siccome si tratta di un difensore giovane e di grande talento, PSG e Barcellona stanno cercando di “disturbare” la trattativa della Juve col giocatore e l’Ajax. Però, secondo la maggior parte degli esperti di mercato, l’olandese vestirà la maglia bianconera. L’ostacolo maggiore si chiama Federico Chiesa, o meglio il nuovo presidente viola Rocco Commisso. Per ingraziarsi la piazza, ha promesso che il giovane talento non si muoverà da Firenze almeno per quest’anno. Se Paratici vuole alla fine spuntarla, dovrà avere pazienza e giocare di fino.

Altra squadra molto attiva è l’Inter. La società sta lavorando per dare a Conte quei rinforzi richiesti. I nomi sono sempre quelli: Romelu Lukaku, Valentino Lazaro, Stefano Sensi, Nicolò Barella e Edin Dzeko. L’allenatore leccese vorrebbe avere a disposizione la rosa al completo per l’inizio della preparazione estiva. Certo, non sarà facile, ma la società nerazzurra si sta muovendo in fretta per arrivare agli obiettivi di mercato previsti.

Nella giornata di oggi, Marotta e Ausilio incontreranno Giovanni Carnevali del Sassuolo per definire gli ultimi dettagli per il passaggio di Stefano Sensi all’Inter. Sul piatto, 5 milioni per il prestito più l’impegno al riscatto a 20 milioni di euro, con l’aggiunta del cartellino di Gravillon, difensore ex Pescara. Conte lo vuole a tutti i costi, la società sta cercando di accontentarlo.