Lewis Hamilton
Lewis Hamilton | Foto Getty Images

La stagione di Formula Uno è nuovamente iniziata da dove aveva finito: Hamilton in testa nelle qualifiche e Vettel ad inseguire. Lo statunitense è riuscito a conquistare la pole grazie al tempo di 1:20.486. In prima fila avrà a fianco il compagno di squadra Bottas (1:20.598), dietro in seconda ci saranno Vettel (1:21.190) e Verstappen (1:21.320).

Insomma, nonostante le premesse viste durante le ultime settimane di test (Ferrari che vola, Mercedes leggermente dietro), l’ufficialità ha completamento ribaltato i pronostici. Certo, in gara tutto può cambiare, sempre che la Ferrari SF90 dia quelle risposte che tutti aspettano. E’ l’esordiente LeClerc? Al quinto posto, conquistato grazie ad un 1:21.442 (più di un secondo da Hamilton).

In queste prime qualifiche stagionali, sicuramente il più deluso di tutti è Daniel Ricciardo. Di fronte al suo pubblico, l’australiano si è piazzato con la sua Renault al 12° posto (1:22.570) e condividerà la sesta fila con Nico Hülkenberg (1:22.562), suo compagno di squadra.

Il pilota delle Renault ha così commentato la sua prestazione: “In Q3 speravo di migliorare di mezzo decimo, ma non ci sono riuscito. La macchina? Nessuna colpa. Verso la fine della Q2, oltre ad essere molto traffico in pista, ho sentito che le gomme erano un po’ fredde. Quando ho aperto il giro, non ho avuto molta fiducia nella prima curva, quindi ho perso tempo, ma a ben vedere pensavo che la presa fosse più veloce”.

“Ovviamente è sempre dolorosa – ha aggiunto – la consapevolezza di non aver ottenuto il 100%, ma va ugualmente bene. L’unico mio rammarico è quello di non aver mostrato alla guida quella sicurezza necessaria per fare meglio”.

L’appuntamento per tutti gli appassionati di Formula Uno è alle 6.10, orario di partenza della prima gara ufficiale della stagione.