Classifica Serie A

Passano quasi tutte le squadre di Serie A nel terzo turno di Coppa Italia. Le uniche due a dover abbandonare anzitempo la competizione sono Brescia e Verona, in realtà due neopromosse. La nuova squadra di Balotelli, passando in vantaggio sul terreno di gioco del Perugia, si fa prima raggiungere e poi superare nei tempi supplementari. Stesso destino per il Verona, che si fa raggiungere nei minuti di recupero dalla Cremonese (gol di Castagnetti al 93’), per poi subire il gol eliminazione al 102’ ad opera di Deli.

La Fiorentina passa il turno ma rischia veramente grosso contro il Monza, formazione di Lega Pro. A dieci minuti dalla fine, i Viola erano sotto di un gol, segnato da Brighenti al 34’. Montella, mai vincitore da quando siede sulla panchina della Fiorentina, tira un sospiro di sollievo grazie ai gol di Vlahovic all’80’ e all’86 e al definitivo 3-1 siglato da Chiesa con un destro a girare. Però, da quello che si è visto, la rosa va assolutamente rinforzata se non si vuole incappare in una stagione simile a quella passata. Applausi invece per il Monza, squadra che lotterà per la promozione in Serie B.

Il Cagliari soffre ma riesce alla fine a qualificarsi.  Passata sul 2-0 dopo 17 minuti (gol di Joao Pedro e di Rog), la squadra isolana resta però il dieci al 40’: Rafael, per anticipare Pucciarelli in uscita, tocca la pallo di mano fuori dall’area. Tre minuti dopo arriva il gol del Chievo grazie ad una perfetto tap-in di Pucciarelli su punizione di Esposito. Per fortuna di Maran, i suoi riescono a respingere efficacemente tutti gli attacchi portati dai giocatori del Chievo e conquistano la meritata qualificazione.

Nelle altre partite, il Bologna passa 3-0 su campo del Pisa grazie al gol di Poli (21’) e alla doppietta di Palacio (61’ e 64’). Il risultato però non inganni perché la formazione toscana ha tenuto bene il campo, colpendo una traversa al 7’ e andando un paio di volte, sullo 0-1, vicina al gol. La Sampdoria, invece, soffre più del dovuto per piegare il Crotone all’Ezio Scida. Passati in svantaggio dopo solo 8 minuti (gol di Molina), i blucerchiati prima rischiano di subire il secondo gol ma poi rimontano grazie ai gol di Caprari (37’), di Quagliarella dal dischetto (42’) e di Maroni (60’).

Cittadella-Carpi è invece l’unica partita che si è risolta ai calci di rigore dopo il 2-2 dei tempi regolamentari. L’errore dal dischetto di Arrighini sancisce il 6-5 per il Cittadella. L’Empoli batte 2-1 il Pescara ai supplementari grazie al colpo di testa di Moreo (103’), il Frosinone piega agevolmente il Monopoli per 5-1, l’Udinese vince a fatica sul SudTirol per 3-1 grazie alla doppietta decisiva di Mandragora nella ripresa, il Lecce ne fa quattro alla Salernitana (doppietta di Lapadula, gol di Falco e Majer), il Sassuolo batte di misura lo Spezia con un gol di Traorè dopo 9 minuti e la Spal supera 3-1 il Feralpisalò grazie alla doppia marcatura di Valoti dopo il pareggio della squadra lombarda.