Questa settimana, Deloitte azienda di servizi di consulenza e revisione, ha rilasciato le analisi della 20° edizione del “Football money League” sul reddito generato dalle società di calcio professionisti e classificati in tre fonti: (matchday, diritti televisivi, ed entrate commerciali). Punto importante, gli importi di trasferimento non sono considerati.

I 20 club più grandi hanno generato ricavi per 7,4 miliardi di euro 

Per la stagione 2015/2016, il reddito complessivo dei primi 20 club raggiungere 7.4 miliardi, con un incremento del 12% rispetto alla stagione precedente. I primi 3 club superano i 600 milioni di euro generati in una stagione.

Si tratta di una “piccola rivoluzione” perché il Manchester United strappa il podio dopo 11 anni di dominio del Real Madrid. Il club di Premier League è il club con il fatturato più alto di sempre 689 milioni di euro.

Il Barcellona si classifica in seconda posizione con € 620,2M superando il Real Madrid con 620,1M €.

Sono 4 le squadre italiane – Juventus, AS Roma, AC Milan, Inter – che rientrano nella classifica dei club con i fatturati più alti. Prima fra le italiane la Juventus, che si posiziona al 10° posto con una crescita delle revenue totali del 5%, trainata soprattutto da un aumento di 30 p.p. del fatturato commerciale.

Per la stagione 2015-16, è l’Inghilterra a dominare la classifica con 12 club nella top 30 e 8 club nella top 20  uno in meno rispetto alla stagione 14-15.  

La TOP 30 dei club che generano maggiori entrate 2015/2016 – Deloitte Football Money League 2017

  1. Manchester United – € 689m
  2. Barcellona – 620,2M €
  3. Real Madrid – € 620,1M
  4. Bayern Monaco – € 592m
  5. Manchester City – 524,9M €
  6. Paris Saint-Germain – 520,9M €
  7. Arsenal – 468,5M €
  8. Chelsea FC – 447,4M €
  9. Liverpool – 403,8M €
  10. Juventus – 341,1M €
  11. Borussia Dortmund – 283,9M €
  12. Tottenham Hotspur – 279,7M €
  13. Atlético Madrid – 228,6M €
  14. Schalke 04 – € 224,5M
  15. AS Roma – 218,2M €
  16. AC Milano – 214,7M €
  17. FC Zenit San Pietroburgo – 196,5M €
  18. West Ham United – 192,3M €
  19. Inter – 179,2M €
  20. Leicester City – 172,1M €
  21. Newcastle United – 168,2M €
  22. Southampton – 163,3M €
  23. Everton – 162,5M €
  24. Olympique Lyonnais – 160M €
  25. Fenerbahçe – 157,7M €
  26. Galatasaray – 155,9M €
  27. Benfica – 152,1M €
  28. Borussia Mönchengladbach – 149,3M €
  29. Sunderland – 144,4M €
  30. Napoli – 142,7M €

Come il Manchester United ha generato 689 milioni di € di entrate durante la stagione 2015-2016?

Dei € 689m generati dal Manchester United la scorsa stagione, il club di Premier League la maggior parte delle sue entrate derivano da quelle “commerciali” (sponsorizzazioni, merchandising …) che rappresentano 363,8M € il 53% dei ricavi dei Red Devils.

A Seguire i diritti televisivi che pesano 187,7M € (27%) e dei matchday per 137,5M € (20%)

Analisi delle società Italiane.

La Juventus guida le italiane occupando il 10° posto in classifica. Segue l’AS Roma che guadagna posizioni arrivando al 15° posto, superando per la prima volta il Milan che passa dall 14 al 16 posto d’avanti all’Inter, che invece rimane al 19°.

La Juventus, prima tra le italiane, che si posiziona al 10 posto con una crescita delle revenue totali del 5% trainata soprattutto da un aumento di oltre 30p.p. del fatturato commerciale I risultati positivi sono anche frutto delle ottime performance della squadra in Campionato e dei ritorni generati dagli investimenti che hanno portato alla costruzione dello stadio di proprietà.. Il posizionamento attuale resta comunque più basso rispetto alla 2° posizione raggiunta tra il 2000 e il 2003.

“I club britannici registrano alte posizioni in classifica soprattutto grazie alle ottime infrastrutture e ai servizi aggiuntivi che sono in grado di offrire al proprio pubblico – commenta Luca Petroni, Partner Deloitte e Sector Leader THS. “In questo senso anche i risultati della Juventus dimostrano quanto sia strategico investire in uno stadio di proprietà e nella propria immagine e il recente rebranding del club dimostra la volontà di continuare su questa strada”.

L’AC Milan per la prima volta viene superato dall’AS Roma, posizionatasi quest’anno in 15° posizione. Il raggiungimento della fase a gironi della Champions League da parte della squadra romana ha sicuramente influito in maniera positiva sui ricavi registrati. Anche l’Inter guadagna una posizione piazzandosi 19°.

In generale per le squadre italiane gli introiti da matchday rimangono piuttosto contenuti, probabilmente a causa degli investimenti ancora ridotti sui servizi aggiuntivi e sulle infrastrutture stesse degli stadi che ancora oggi presentano problemi di fruizione dell’evento anche a causa di una ridotta accessibilità agli impianti. Ben 3 delle 4 squadre italiane classificate infatti si posizionano nel quartile più basso dei ricavi da matchday nella classifica.

Inoltre, nel corso dell’ultima stagione, i club italiani registrano un significativo incremento dei ricavi “commerciali” trainati principalmente dalla Juventus che ha registrato un incremento del + 38% rispetto alla scorsa stagione.

Analizzando il posizionamento delle altre italiane”, conclude Petroni, “emerge come la competizioni europee siano cruciali per la crescita dei ricavi: la presenza dei tifosi ai match è essenziale per poter lavorare a offerte competitive che siano in grado di coniugare al meglio, lo spettacolo con la qualità dei servizi e delle infrastrutture.”

Evoluzione della TOP 20 “Deloitte Football Money League” ( 15/16 vs 14/15)