Impegnandosi con il Torino, Salvatore Sirigu lascia la Francia dopo sei anni al PSG.

Il portiere italiano torna alle sue radici, trovando un posto da titolare in Serie A. E spiega la sua scelta sul sito del suo club.

Sono molto felice di far parte di questa Società. Ho scelto il Toro perchè mi ha voluto fortemente e perchè da anni porta avanti un progetto concreto in netta crescita esponenziale. Il club e il Presidente mi hanno fatto sentire importante e li ringrazio per questo. Sono onorato di far parte di una Società che ha una storia unica.

Il presidente Urbano Cairo ha spinto fino all’ultimo per renderlo il successore di Joe Hart tra i pali del toro, elogiando la sua nuova perla di mercato:

Salvatore Sirigu è un portiere di classe mondiale, con una notevole esperienza nelle competizioni europee e mondiali. Ha un curriculum invidiabile da tutti noi. Ha 30 anni, è nel pieno della carriera per un portiere e davanti a sé ha ancora molti anni da protagonista. Per noi rappresentava la prima scelta: essere riusciti a ingaggiarlo e metterlo a disposizione del tecnico Mihajlovic è quindi motivo di grande soddisfazione. Oltre al riconosciuto talento Sirigu porta al Toro entusiasmo, personalità e l’umiltà di chi vuol ritagliarsi un ruolo importante lavorando duro tutti i giorni in campo: sono doti essenziali per chiunque voglia raggiungere i propri obiettivi.