Pronostico Champions

Gara di grande spessore quella in programma questa sera alla Bay Arena: in diretta dalle ore 21:00, di scena il match fra il Bayer Leverkusen, la squadra di casa, e l’Atletico Madrid di Diego Simone. Si tratta di una sfida riguardante la quarta giornata dei gironi di Champions League edizione 2019-2020, precisamente il Gruppo D, un raggruppamento che ci interessa particolarmente in quanto al suo interno troviamo anche la Juventus. Le Aspirine tedesche occupano al momento l’ultima posizione del girone, avendo disputato fino a qui una Champions League disastrosa con zero punti conquistati. Decisamente meglio i Colchoneros di Madrid, che invece si trovano in seconda posizione, a quota sette punti grazie a due vittorie e un pareggio. Il Bayer ha perso in avvio contro la Lokomotiv Mosca in casa, capitolando quindi a Torino contro la Juventus, e venendo sconfitta due settimane fa anche dall’Atletico a Madrid. Colchoneros che invece hanno pareggiato due a due con la Juventus, per poi battere i moscoviti in trasferta per due reti a zero.

BAYER LEVERKUSEN-ATLETICO MADRID IN DIRETTA STREAMING TV

La sfida fra il Bayer di Leverkusen e l’Atletico Madrid in programma questa sera dalle ore 21:00 sarà visibile in esclusiva sui canali di Sky Sport. Nel dettaglio la gara sarà trasmessa da Sky Sport Uno e Sky Sport Football, e solo coloro che saranno dotati di un abbonamento regolare alla tv satellitare potranno seguirla. Il match sarà visionabile anche in diretta tv streaming attraverso l’applicazione Sky Go, prevista in versione Android e iOS, e che permetterà la fruizione della partita via smartphone, tablet o personal computer. Infine vi ricordiamo Now Tv, altra piattaforma streaming di casa Sky, che necessita di un abbonamento.

BAYER LEVERKUSEN-ATLETICO MADRID PROBABILI FORMAZIONI

Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Hradecky; Weiser, Tah, Bender, Wendell; Baumgartlinger, Demirbay; Bellarabi, Havertz, Volland; Alario.
Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Trippier, Hermoso, Felipe, Lodi; Koke, Herrera, Thomas, Saul; Diego Costa, Morata.