Adesso finalmente è ufficiale: la Premier League riparte mercoledì 17 giugno. Una decisione raggiunta in giornata tra i club e che consentirà la ripartenza del campionato a 10 turni dal termine. Tutte le partite rimanenti,a cominciare dai recuperi Aston Villa-Sheffield United e Manchester City-Arsenal saranno trasmesse in televisione e 4 eventi a settimana saranno visibili in chiaro sulla televisione di Stato. Questi gli orari dei match, divisi per giorni della settimana: Lunedì ore 20, Martedì, Mercoledì e Giovedì ore 18 e ore 20, Venerdì ore 20:00, Sabato ore 12:30, 15, 17:30 e ore 20, mentre Domenica si giocherà alle ore 12, alle 14, alle 16.30 e alle 19.

Sarà un massacro fisico, con il rischio infortuni più alto che mai dopo due mesi di quarantena. Solo da ieri le squadre inglesi si allenano con minimi contatti, dopo due settimane di esercizi individuali. Le sessioni a pieno ritmo torneranno solo tra cinque giorni. Il bomber del Tottenham Harry Kane festeggia su Instagram col pugno: “Rieccoci!”. Molti altri sono meno convinti, tra paure e tormenti esistenziali: il campione del mondo Kanté  e l’attaccante del Watford Deeney non si allenano, e come loro molti altri. Giocatori e staff tecnico saranno testati due volte a settimana. Chi sarà infettato si auto-isolerà per una settimana.