Conte, addio Europa: la decisione della Uefa sul Tottenham

La Uefa fa fuori Antonio Conte dall’Europa: dopo il caso Covid nel Tottenham arriva una decisione clamorosa da parte dell’organo calcistico continentale.

Antonio Conte
Antonio Conte (© LaPresse)

Niente più Europa per Antonio Conte. Almeno per quest’anno. Non che faccia disperare il tecnico salentino un addio prematuro alle competizioni continentali, specialmente a quella Conference League considerata più un fastidio che un prestigio. Si tratta pur sempre di un allenatore che in passato ha snobbato anche l’Europa League e, per alcuni versi, addirittura la Champions. Uscire così però non gli avrà certo fatto piacere.

Manca ancora l’ufficialità, ma ormai sembra chiaro che il destino del Tottenham in Conference sia segnato per questa stagione. La gara degli Spurs con il Rennes, decisiva per le sorti del girone G, non verrà infatti recuperata. Lo ha deciso, in maniera piuttosto clamorosa, l’Uefa.

La partita avrebbe dovuto svolgersi lo scorso giovedì al Tottenham Stadium, ma a causa del focolaio Covid che ha colpito la squadra inglese è stata rinviata a data da destinarsi. E il problema è proprio qui. A quanto pare, una data per il recupero non esiste, e per questo motivo la Uefa avrebbe scelto di forzare la mano prendendo una decisione destinata a far discutere.

Leggi anche -> Tottenham, emergenza per Conte: a rischio la gara di Conference?

Conte saluta l’Europa: l’Uefa ‘fa fuori’ il Tottenham

Tottenham-Rennes diventa ufficialmente una partita fantasma. La sfida, che avrebbe visto gli inglesi bisognosi di una vittoria, anche per 1-0, per guadagnare i playoff Conference da disputare con una delle terze ‘scese’ dall’Europa League, è stata cancellata dall’organo calcistico del Vecchio Continente. E adesso cosa succede?

Conte Tottenham
Antonio Conte, allenatore del Tottenham (© LaPresse)

Il regolamento dell’Uefa parla chiaro. In caso di impossibilità nel disputare un match, viene inflitto un 3-0 a tavolino alla squadra ritenuta responsabile della cancellazione della partita. In questo caso dunque a subire la sconfitta sarebbero proprio gli Spurs. Gli uomini di Conte non sono potuti scendere in campo a causa del focolaio Covid scoppiato all’interno del gruppo squadra negli scorsi giorni, e quindi in linea teorica, solo teorica, la ‘colpa’ sarebbe loro.

Ma una decisione del genere non potrà non sollevare polemiche, e per più di un motivo. Finora non si era mai arrivati a un 3-0 a tavolino causato dal Covid in gare ufficiali in campo continentale, e di certo non è corretto incolpare una squadra per un’impossibilità non certo voluta o cercata. Difficilmente però assisteremo a un ricorso d’urgenza. La sensazione è che stavolta, suo malgrado, Conte accetterà il verdetto, seppur non del campo, e ne trarrà la forza per dare il massimo nella competizione che più gli sta a cuore: il campionato.