Bologna-Juventus, precedenti e curiosità: una gara da tabù

I precedenti tra Bologna e Juventus portano il curioso tabù dei felsinei. Che dovranno decisamente sbloccarsi contro la squadra bianconera.

Esulta juve - foto LaPresse
Juventus a Bologna, nei precedenti anche la qualificazione Champions – foto LaPresse

Mai come questa volta il Bologna sogna l’impresa. Approfittare di una Juventus camaleontica, tatticamente e nei risultati, può essere l’obiettivo concreto del gruppo di Sinisa Mihajlovic, che sogna di congedarsi dal suo pubblico nel 2021 con un gran risultato.

È una partita attesa in tutta la città, biglietti praticamente a ruba nonché la consapevolezza di tentare l’impresa. I punti fatti a novembre sono stati una garanzia, almeno per vivere in maniera più tranquilla il finale d’anno anche se Mihajlovic ha spesso fatto capire come non bisogna mai calare l’attenzione.

Tutto questo vale per un gruppo dall’età media molto giovane, con tanti ragazzi che si sono affacciati per la prima volta in Serie A e alcuni, invece, a fare da traino. Al Bologna serviva il mix e lo ha ottenuto, con Mirko Arnautovic ha trovato un centravanti di raccordo e che segna gol pesanti, quello che serviva all’ambiente.

E chissà che non possa arrivare a gennaio già l’attaccante del futuro, un giovane promettente da far integrare in rosa e lanciare poi prossimamente ad alti livelli.

Da sconfiggere il tabù felsineo

vignato contro juve - foto LaPresse
Rossoblù alla ricerca di un colpo – foto LaPresse

Guardando ai precedenti, il Bologna non può stare proprio tranquillo. In casa contro la Juventus deve prendere punti praticamente da una vita, calcisticamente parlando. Il 19 febbraio 2016 bloccò la squadra bianconera sullo 0-0, ben imbrigliando la compagine di Max Allegri e chiudendo un po’ tutti i varchi. Entrambe raggiunsero l’obiettivo di stagione, così come nel 2017, quando il 27 maggio ci fu la gara conclusiva del campionato tra le due squadre.

Fu una partita di esordi e di sorrisi, soprattutto in casa bianconera. Passato in vantaggio il Bologna, la Juve rimontò pareggiando con Paulo Dybala e all’ultimo minuto siglò il gol del sorpasso con un giovanissimo Moise Kean, che sbucò quasi nascosto su un calcio di punizione e infilò di testa.

Ben altra musica il 17 dicembre di quell’anno, la Juventus si impose tre a zero fuori casa in una partita senza storia. Così come in Coppa Italia, era il 12 gennaio 2019 per siglare un due a zero e congedare l’avversario rossoblù.

Il club bianconero nei precedenti recenti si ripetette poi un mese dopo con una vittoria di misura in campionato, nonché nel periodo di lockdown. Alla ripresa del torneo, la squadra bianconera vinse sul Bologna per 2-0 il 22 giugno 2020, ed è una gara che mandiamo volentieri agli archivi.

POTREBEB ANCHE INTERESSARTI >>> Wanda Nara non l’ha mai fatto…

Infine, la scorsa stagione è da annoverare nei precedenti per la vittoria bianconera per 4-1, che consentì alla Juventus di salvare in parte l’annata prendendo la qualificazione in Champions League per i capelli.