Cagliari, i guai non mancano: Juventus e i precedenti da incubo

Juventus-Cagliari è il match che chiuderà l’anno solare dello Stadium. Un campo che per i sardi non porta troppa fortuna recentemente.

Joao e Chiellini - foto LaPresse
Juventus e Cagliari con i rispettivi capitani – foto LaPresse

Quella tra Juventus e Cagliari potrebbe essere già una sfida dal destino segnato. Non lo dicono – più di tanto – le forze che andranno in campo, bensì un recente passato che non ha regalato grosse soddisfazioni ai rossoblù. Lo Stadium, dunque, non troppo foriero di soddisfazioni, due i punti conquistati dalla squadra sarda in quel di Torino, addirittura il primo fu conquistato all’esordio.

La Juventus di Antonio Conte non andò oltre all’1-1 in casa contro il Cagliari, era stato Mirko Vucinic ad accendere le fantasie dello Stadium, poi smorzate dal gol del pari di Andrea Cossu. Era il 15 gennaio 2012, al ritorno la Juve sul campo neutro di Trieste vinse lo scudetto, mentre i sardi erano già salvi. Tutti felici e contenti come nel 2014, o quasi. Proprio contro la squadra sarda, la Juventus andò a chiudere il campionato dei record. Quel 3-0 finale portò la Juve a raggiungere quota 102 punti, il record di sempre nella storia del torneo italiano.

Fu il Cagliari a fare da sparring partner e ad entrare sempre nella festa della Juventus, come nella stagione precedente. Nonostante il punto conquistato per 1-1, la Juventus non si rammaricò per il pari allo Stadium, lo scudetto era stato già preso, Andrea Barzagli ammirò… da lontano lo scatto di Victor Ibarbo per il gol sardo.

La battaglia del gol

Ronaldo gol Cagliari - foto LaPresse
Ronaldo aveva un particolare feeling contro i sardi – foto LaPresse

Quella tra Juventus e Cagliari allo Stadium è una partita che andrà a chiudere il 2021, ben ricordando quanto accaduto prima. Con altri episodi curiosi da menzionare e gol da mettere sul tabellino.

Quanto accade il 19 agosto del 2017 rimane comunque nella storia. Perché l’arbitro Maresca assegnò il primo rigore italiano al var. Lo assegnò al Cagliari, la meteora Cop se lo fece parare comodamente da Gigi Buffon, la Juve vinse senza affanni per 3-0. Entrò comunque nella storia l’episodio, tanto che lo stesso attaccante sardo… dopo qualche giorno lasciò definitivamente la Sardegna.

Altro episodio da ricordare è la prima tripletta italiana di Cristiano Ronaldo. Una tripletta realizzata al Cagliari il 6 gennaio 2020, in mezzo anche un gol di Gonzalo Higuain. La Juve di Maurizio Sarri fece la festa dell’Epifania celebrando il suo campione, il Cagliari dovette solo congedarsi. Per altro, proprio contro i sardi (ma fuori casa) arrivò il secondo tris di CR7 datato 14 aprile 2021.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Un mister specializzato in promozione per il futuro dei sardi?

I tifosi sardi facciano gli scongiuri, ma la partita contro la Juventus non appare la più semplice dal punto di vista dei precedenti e nemmeno per il presente, nebuloso e con una rivoluzione in arrivo. Se il passato allo Stadium non è stato fortunatissimo, bisognerà trovare le giuste contromosse almeno per tamponare nel presente.

Impostazioni privacy