Il rientro che salva la Juventus: campioni per cambiare

Il rientro di Danilo può essere una carta utile per la Juventus. In un mese di gennaio pieno di impegni, si rivedrà anche il calciatore brasiliano?

Danilo foto LaPresse
Il rientro di Danilo nella Juventus è un’arma importante foto LaPresse

La Juventus ha in questa stagione una sorta d’utopia, la squadra al completo la può vedere solamente sull’album appena uscito dei calciatori. La questione è particolare partendo da come si arriva in campo – mai una volta si mettessero in discussione i preparatori – senza dimenticare la sfortuna, gli infortuni arrivano nel momento meno opportuno.

La Juventus in questo ne è praticamente maestra, la capacità di complicarsi la vita spesso nei momenti meno opportuni è un marchio di fabbrica recente. Qualche settimana fa l’infortunio di Danilo è stato una sorta di secchio gelato arrivato a metà novembre, nel match contro la Lazio. La vittoria contro i biancocelesti è stata solo un’illusione, tre giorni dopo la quaterna presa contro il Chelsea ha confermato come il difensore brasiliano sia ormai indispensabile.

Il brasiliano ha la capacità di essere un elemento universale, l’esterno può togliere spesso le castagne del fuoco e muovere contemporaneamente più ruoli in campo. Applicandoli proprio all’interno della stessa partita, Danilo ha nelle sue corde il rientro in difesa ma anche la capacità di essere propositivo in attacco.

A destra o a sinistra, il brasiliano era, è e sarà un elemento utile di questi tempi alla Juventus.

Per coprire e per avanzare senza paura

Hysaj e Danilo foto LaPresse
Danilo nella serata dell’infortunio a Roma foto LaPresse

Il terzino della nazionale verdeoro era arrivato con scetticismo, mostrandosi più utile nei momenti di difficoltà. Nella scorsa stagione è stato praticamente un fedelissimo di Andrea Pirlo, che lo ha fatto giocare praticamente in più ruoli, da terzino destro in poi. Il brasiliano ha giocato a sinistra, esterno in un centrocampo a cinque, nonché… regista, contro il Benevento e quell’esperimento è stato un fiasco.

Torino per Danilo è diventata una seconda casa da proteggere, è piaciuto ai tifosi nel corso del tempo per la capacità di stringere i denti, come nel caso odierno quando sta accelerando i tempi del suo rientro in campo.

È un elemento necessario e lo sa benissimo, Massimiliano Allegri ha avuto modo di apprezzarlo in questi mesi per la qualità degli allenamenti nonché per quanto concerne il ritmo di gara.

Lo scambio con Josè Cancelo è stato spesso discusso, a Juventus non aveva bisogno di un’ala destra bensì un terzino adatto a coprire. Danilo se ci fosse stato anche un anno prima… il pensiero dei tifosi si rivolge al match in Olanda nel febbraio 2018. Il club bianconero avrebbe portato a casa il risultato contro l’Ajax e si sarebbe parlato di ben altro in Champions League.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Uno sguardo al match più pronosticato

Il rientro del brasiliano al momento è l’unica cosa che conta per tutto l’ambiente. In un gennaio complicato, avere un difensore a disposizione in più non sarebbe male per i bianconeri.