Marco vuole prendersi il tempo perduto: Tumminello cerca gol

Marco Tumminello è un attaccante da riproporre al grande pubblico. Il centravanti ora alla Reggina ha bisogno di giocare e segnare, sino a qualche anno sembrava il miglior centravanti italiano della sua generazione.

Tumminello in under 21 - foto LaPresse
Forte quanto fragile, l’attaccante ora è a Reggio Calabria – foto LaPresse

La fortuna non gli è stata troppa amica. Marco Tumminello ha avuto degli un po’ turbolenti, il talento non è stato spesso abbinato alla fortuna per quanto concerne il suo fisico

Il centravanti di scuola Roma ha avuto vari infortuni, alcuni gravi che lo hanno costretto a saltare almeno due stagioni di gioco. Un vero peccato proprio perché, già dal settore giovanile, Marco Tumminello ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per fare una carriera di tutto rispetto.

Classe 1998, aveva bruciato tutte le tappe con i giovani giallorossi, arrivando in prima squadra e mostrando anche le sue capacità nella massima serie e in Europa League. il prestito a Crotone poteva essere l’ideale per lanciarlo nella massima serie, i due gol realizzati a inizio stagione avevano già entusiasmato i tifosi calabresi. Rabbuiati però dal primo grave infortunio dell’attaccante, tornato in rossoblù solamente sul finale di stagione con un altro gol e una retrocessione non evitata.

L’alternanza della sfortuna, tanto forte quanto fragile

Tumminello in allenamento foto LaPresse
Marco Tumminello ai tempi delle giovanili Roma – foto LaPresse

Il buon approccio al Crotone nonostante l’infortunio, con nove presenze e tre gol, ha fatto aizzare le antenne all’Atalanta, che ha acquistato il cartellino dell’attaccante per cinque milioni di euro dalla Roma. Testato da Gian Piero Gasperini, è stato poi mandato in prestito al Lecce dove ha giocato pochino, ma ha conquistato con i giallorossi la promozione in Serie A.

Una promozione che non ha portato alla riconferma, ma… al posto quasi fisso al Pescara, che puntava su di lui avendo ambizioni in Serie B. La sfortuna però è rimasta sempre in vista, Marco Tumminello con i biancazzurri ha giocato solo tre partite e segnato due gol, altro infortunio grave e stagione guardata spesso dalla tribuna che non in campo.

Rammarico per tutti e per il ragazzo destinato a un nuovo prestito a gennaio scorso nella Spal senza incidere e ora sta vivendo l’esperienza alla Reggina. In riva allo stretto deve recuperare il tempo perduto, ha già dichiarato di apprendere molto dalla sua esperienza in riva allo stretto. Maestri come Montalto, Galabinov e soprattutto Denis sono importanti nel lavoro quotidiano per strappare qualche segreto negli allenamenti, dimostrandosi poi partner efficace quando scende in campo.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> La Serie B e tutte le news

La Reggina ha ancora velleità di playoff, il club calabrese può comunque strappare un altro anno di prestito del ragazzo. Tumminello ha voglia di riscatto, vuole dimostrare di poter tornare un calciatore importante.