A scuola dai tecnici: i tedeschi trovano nuovi talenti in panca

Nuovi tecnici tedeschi crescono all’orizzonte. Una rinnovata generazione di mister potrebbe presto rimpiazzare l’epoca degli allenatori più vincenti della storia.

Klopp sorriso - foto LaPresse
Jurgen Klopp è tra tecnici tedeschi da livello top – foto LaPresse

L’eccellenza ha spesso bisogno di tempo e di cura. La Bundesliga e il calcio tedesco lo sanno bene: ottenere di più sul versante dei tecnici è davvero difficile, considerando che i tedeschi in panchina hanno raggiunto un livello davvero alto di pregevolezza. Il torneo tedesco è diventato il laboratorio delle idee e dei risultati, difficilmente in Germania si affidano a santoni dall’estero, spesso e volentieri i trentenni emergono con le loro capacità.

Non è un caso che tra i tecnici tedeschi in molti hanno trionfato negli ultimi anni. La lista è lunga, ma basta limitarsi praticamente agli ultimi tre campioni europei. Dal 2019 al 2021 la Champions League è stata vinta da tecnici tedeschi, un dato di fatto abbastanza importante.

Jurgen Klopp l’ha vinta a Liverpool, dopo aver perso precedentemente una finale ma affinato al meglio il suo gioco corale. La gegenpress è l’esempio massimo della vigoria dei reds, che hanno segnato una nuova epoca di gioco, spettacolo e velocità offensiva.

Hans Flick, invece, ha avuto un’avventura temporanea con il Bayern Monaco impregnata sui livelli dell’eccellenza. Due titoli tedeschi con i bavaresi e record vari, più la Champions League conquistata nell’agosto 2020 contro il Psg.

Thomas Tuchel chiude il trittico. Altro derby inglese in finale, altra vittoria della Germania in panchina. L’1-0 del suo Chelsea contro il Manchester City ha avuto il timbro di Havertz, altro rappresentante teutonico.

La scuola dei mister, risultati in arrivo

Khedira - foto LaPresse
Sami Khedira corsista e tecnico del futuro – foto LaPresse

In Germania si guarda avanti e soprattutto si punta su una nuova generazione di mister. Il calcio di base diventa spettacolo, altri tecnici tedeschi già danno l’impressione di essere subito pronti. Molti calciatori o freschi ex riescono spesso ad abbinare le loro attività con lo studio sul campo, lo studio e la pratica diventano la base per i sogni futuri. Il progetto “Player Pathway” sta lanciando così nuovi allenatori, pronti sin da subito a sedere su una panchina.

La maggior parte dei corsisti ha in realtà… il gioco in testa. Sono i centrocampisti o ex ad avvicinarsi alla materia, già essendo dei registi in campo, possono così proseguire a insegnare gioco direttamente con gli schemi. È il caso di Gundogan che, nonostante sia ancora in attività con il Manchester City, sta studiando per poter avere subito le sue chance nel prossimo futuro.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> I risultati premiano la Germania in Europa

Ex calciatori in mostra tra cui spicca Sami Khedira, che in campo aveva molta sapienza. Peccato che non aveva la fisicità adeguata rispetto alla sua sapienza calcistica, negli ultimi anni è stato praticamente ai box più di quanto sia stato in campo. Ha concluso la sua carriera in estate all’Hertha Berlino, sembra già pronto per farsi chiamare mister.