Milan, Pioli striglia la squadra: “le partite vanno lottate, vanno sofferte, dobbiamo essere umili”

Il tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha strigliato la sua squadra in conferenza stampa, intimando ai giocatori di dover lottare per tutta la partita.

Stefano Pioli
ANSA/ROBERTO BREGANI

Seppure il Milan sia uscito vincitore dalla sfida scudetto contro il Napoli, per mezzo della deviazione decisiva di Olivier Giroud, l’allenatore dei diavoli, Stefano Pioli, continua a mantenere la pressione alta sulla squadra. In conferenza stampa, il tecnico del Milan ha parlato di molte cose, ma ha anche sottolineato la necessità di lottare per tutti i 90 minuti della partita.

LEGGI ANCHE >>> Napoli – Milan: pronostico, probabili formazioni, diretta tv e streaming

“Abbiamo la consapevolezza del nostro modo di giocare. Dobbiamo giocare con continuità, stare dentro la partita nei 95 minuti, con molta qualità, con molto ritmo, dobbiamo far emergere quelle che sono le nostre caratteristiche”. Queste le parole iniziali del tecnico, che riflettono la necessità del Milan di dimostrare continuità. Questo è il modo di Pioli di mantenere la pressione a duemila dopo la vittoria contro il Napoli, in quanto non è semplice restare al top nel momento in cui ci sono più squadre appaiate nella lotta per il titolo.

Stefano Pioli
acmilan/Instagram

La strigliata di Pioli è inoltre legata alla stessa idea di mantenere la pressione alta, in quanto perdere la bussola adesso significherebbe gettare alle ortiche tutti i progressi fatti e l’ottimo campionato del Milan. “Le partite vanno vinte, vanno giocate, vanno lottate, vanno sofferte. Dobbiamo essere molto umili, sacrificarci tanto e credere nelle nostre qualità”. L’umiltà del Milan sta nell’effettuare ripiegamenti, lottare su tutti i palloni, soffrire quando c’è bisogno di soffrire e attaccare quando è possibile.

Il Milan affronterà stasera alle 20:45 l’Empoli, squadra sulla carta “facile” ma estremamente ostica in realtà. Bajrami, Pinamonti, Parisi, Vicario. Giocatori estremamente validi, perfetti per l’idea di calcio di Andreazzoli. Eppure, il Milan può contare su dei calciatori che stanno disputando un campionato eccelso. Tonali in mediana, Leao sull’esterno, Maignan in porta e Tomori in difesa. Un top per reparto. Una squadra completa, cinica, una seria pretendente per lo scudetto. Un passo in avanti significativo è stata la vittoria contro il Napoli, ma non è facile continuare su questa strada. Bisogna perseverare, e Pioli lo ha ricordato alla sua squadra.