Juventus, il capitano ci va pesante e non risparmia nessuno: parole durissime

Il capitano dei bianconeri, in un intervista a Prime, apre il suo cuore e oltre a svelare i suoi sogni, su un argomento in particolare, ci va giù durissimo e le sue parole sono tremende! Dal Mondiale con l’Italia alla Champions con la Juve, fino alla lotta al razzismo al fianco dei suoi amici Matuidi e Koulibaly, più volte oggetti di insulti inaccettabili.

Il capitano della Juventus e della nazionale apre il suo cuore. Nell’immediata vigilia della sfida degli ottavi di Champions tra la sua Juve e il Villarreal, il difensore si era raccontato ai microfoni di Prime Video. Una chiacchierata a trecentosessanta gradi in cui aveva toccato tantissimi argomenti. Tra questi, anche il suo sogno per il futuro. Parole, le sue, che sono state molto poco profetiche a posteriori, diventando anche virali sui social dopo lo 0-3 con cui gli spagnoli hanno ‘matato’ la squadra bianconera. Al di là degli sfottò, però, è notevole la lucidità mostrata dal veterano della Nazionale su ben altri argomenti.

Chiellini Mondiale e Champions
Chiellini Mondiale e Champions (© LaPresse)

Il tempo passa e corre veloce per lui verso i 38 anni. Complice qualche infortuno di troppo, è chiaro che Chiellini si sta giocando le ultime cartucce della sua carriera. Prima di smettere, però, il difensore vuole togliersi ancora qualche soddisfazione, e non nasconde di avere due sogni.

Il primo riguarda la Nazionale. Il centrale pisano non vuole solo arrivare in Qatar, ma sogna di poter anche vincere il trofeo più importante con la Nazionale. Il secondo riguarda la Juve, e qui il sogno, dopo aver fatto scorpacciate di scudetti e Coppe Italia, non può che essere uno solo: la Champions. Detto alla vigilia di una delle più grandi umiliazioni europee suona sicuramente male. E alla luce di tutto ciò è meglio forse fare gli scongiuri anche per le sorti della nostra Italia…

Leggi anche -> Juventus, Allegri: “La quota Champions?…io la so ma non ve la…

Il difensore contro il razzismo: solidarietà a Koulibaly

La chiacchierata del difensore della Juve con Prime Video ha però toccato numerosi argomenti, non solo relativi al calcio. D’altronde, tra i calciatori italiani, Chiellini è uno dei più lucidi, ma anche dei più maturi. Laureato, ha più volte preso posizione anche su temi scottanti come il razzismo, ammettendo anche di non aver forse fatto abbastanza finora per combattere una piaga che striscia nella nostra società e invade troppo spesso anche il calcio.

Chiellini e Koulibaly
Chiellini e Koulibaly (© LaPresse)

In una lettera pubblicata sul sito di FIFPro, la Federazione internazionale dei calciatori professionisti, il difensore ha analizzato in maniera molto approfondita la situazione, e ha invitato tutti ad assumersi la propria responsabilità. I continui insulti che ancora vengono manifestati in molti campi di Serie A (e non solo) sono infatti una vergogna di cui dobbiamo ritenerci tutti colpevoli.

Potrebbe interessarti -> Calciatori in maschera, non solo Osimhen: i casi più famosi

Non è la prima volta che Giorgio prende posizione in maniera netta. Lo aveva fatto anche all’indomani dell’indecoroso insulto rivolto da un tifoso a Koulibaly al termine di un Fiorentina-Napoli di questa stagione: “Quando è successo, ho inviato un messaggio a Kalidou, con cui ho un buon rapporto. Ora stiamo prendendo una posizione più forte perché abbiamo bisogno di far sentire la nostra voce su queste cose“. Una decisione saggia e netta, che onore al Giorgio uomo ancor più che al Giorgio calciatore.