Ibrahimovic stupisce tutti e in un intervista dichiara: si, ho paura!

Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese e uomo simbolo del Milan, ha stupito tutti e durante un’intervista, rilasciata qualche giorno fa, ha lasciato tutti a bocca aperta dichiarando: “ho paura”

Zlatan Ibrahimovic ha ormai superato i 40 anni. Nel corso della sua lunga carriera ha segnato innumerevoli gol e vinto numerosi competizioni, sia nazionali che internazionali, e titoli individuali. Si avvicina dunque il momento in cui l’attaccante svedese deciderà di appendere gli scarpini al chiodo.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Instagram)

Un momento che un po’ spaventa il giocatore del Milan, come lui stesso ha ammesso parlando del suo futuro. “Provo un po’ di panico di fronte alla prospettiva di smettere di giocare“.

Intervenendo in conferenza stampa dal ritiro della propria Nazionale, Ibra ha cercato di allontanare il momento in cui sceglierà di dire addio al calcio giocato. “Di sicuro continuerò a giocare il più a lungo possibile – ha aggiunto il centravanti rossonero –, ma stando bene in campo, senza soffrire, finché riuscirò a ottenere risultati. Quando smetterò, non voglio avere pentimenti. Per questo voglio massimizzare la mia carriera“.

Leggi anche -> Ancora razzismo in Serie A, ma perché stavolta se ne è parlato pochissimo?

Ibra e il timore per il suo futuro: “Ho un po’ di paura”

Allo stesso tempo ha confessato di avere un po’ di timore per il suo futuro, una volta che non sarà più un giocatore. “Non so cosa succederà dopo, ma come ho scritto nel mio libro ho un po’ di paura. L’adrenalina che sento addosso non la proverò mai più – ha sottolineato –. Da 20-25 anni siamo programmati per svegliarci, prepararci per l’allenamento, allenarci, tornare a casa e riposare. Un giorno, al risveglio, tutto questo non ci sarà più. Sarà un bell’impatto“.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Instagram)

Ibrahimovic sta quindi pensando a quale ruolo potrà avere nel calcio nel momento in cui terminerà la sua carriera da calciatore, ma ha affermato di non sapere ancora cosa farà. “Non so cosa farò, vedremo quando arriverà il giorno. Potrei iniziare subito appena finirò di giocare, oppure potrei prendermi una pausa o anche scomparire completamente“.

Quindi a chi gli ha chiesto se si sentirà triste, l’attaccante ha risposto così. “Penso che sarà una tristezza più grande per chi non mi vedrà più giocare. Non si vedrà mai più niente di simile“.