Valentino Rossi, spiega l’errore all’esordio in 4 ruote: “Ho perso il segnale”

Valentino Rossi ha fatto il suo esordio in quattro ruote e al termine della gara ha spiegato le sue sensazioni. Le dichiarazioni del Dottore al termine della corsa all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Valentino Rossi ha lasciato il mondo delle moto, ma non quello dei motori. Infatti il Dottore ha salutato le due ruote per passare alle quattro ruote. Valentino ora è tra i protagonisti del GT World Challenge Europe. Si tratta di un campionato su ruote coperte, in cui pochi giorni fa il pilota originario di Tavullia ha fatto il suo esordio.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Instagram)

Un debutto che è avvenuto all’autodromo di Imola, dove migliaia di suoi ammiratori (20mila le persone presenti in totale nel fine settimana) sono accorsi per non perdersi nemmeno un solo metro in pista del proprio beniamino. D’altronde un cartello tra il pubblico parlava chiaro. “Ti seguirei anche se tu giocassi a bocce, 46“.

Rossi ha esordito al volante dell’Audi R8 LMS GT3 evo II del team belga WRT. Un’auto su cui non poteva mancare il numero 46, da sempre sulle moto del Dottore nel corso della sua lunga carriera costellata di numerose vittorie e di tantissimi titoli mondiali conquistati.

In questo caso però non è arrivato un successo per il Dottore che, anzi, ha concluso la corsa nelle retrovie, con la diciassettesima posizione all’Enzo e Dino Ferrari, a causa di un errore ai box.

Leggi anche -> Bayern Monaco: vi ricordate la pubblicità: Ti piace vincere facile?

Valentino Rossi, le sensazioni del Dottore dopo il suo esordio su quattro ruote

Valentino ha corso circa un’ora prima di passare il testimone a Frederic Vervisch. Per rivedere il Dottore al volante si dovrà attendere il primo maggio, data in cui correrà in Inghilterra al circuito di Brands Hatch.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Instagram)

A fine gara Valentino ha reso note le sue sensazioni. “Sono contento. Mi è piaciuto gareggiare oggi. Peccato, perché siamo stati molto tempo dietro la safety car“.

Riguardo l’errore ai box, il Dottore ha dichiarato. “Al momento del pit stop c’era tanta confusione, diverse auto si sono fermate e ho perso il segnale del meccanico, ho sbagliato. Un errore dettato dall’inesperienza. Ho imparato molto. Alla prossima“.