Scudetto, l’ex Milan attacca la Juventus: “Merita di non giocarselo”

L’ex giocatore del Milan ha attaccato la Juventus, in questo momento al quarto posto nel campionato di Serie A, sulla corsa scudetto. La squadra bianconera più rientrare ancora nei giochi per conquistare il titolo di campione d’Italia?

La Juventus ha vissuto un campionato travagliato. Soprattutto all’inizio di questa stagione la formazione guidata dal tecnico Massimiliano Allegri ha perso parecchi punti. Quindi fino ad alcune settimane fa erano in molti a pensare che la squadra bianconera fosse del tutto fuori dai giochi per lo scudetto.

Juventus
Juventus (Instagram)

Tuttavia così non è stato. Infatti la Juve è riuscita a mettere insieme una serie di risultati utili consecutivi. Questi, uniti a un periodo di crisi che ha fatto rallentare l’allora capolista Inter, l’hanno fatta rientrare nella corsa per il titolo di campione d’Italia.

Un grande entusiasmo dunque per l’ambiente e per i tifosi della Vecchia Signora che sognavano addirittura di superare gli uomini di Simone Inzaghi battendoli nel big match dello scorso 3 aprile.

Così però non è andata. Infatti all’Allianz Stadium hanno avuto la meglio i nerazzurri grazie a un gol di calcio di rigore da parte di Hakan Calhanoglu rimettendosi in scia al Milan, a -2 in attesa del match da recuperare in casa del Bologna.

Leggi anche -> Calcio in tv: sta per iniziare una vera rivoluzione e partirà a brevissimo!

Juventus e rimpianti scudetto, l’ex giocatore del Milan non ha dubbi

Attualmente invece i bianconeri occupano il quarto posto a sei punti di distacco dai rossoneri e quattro da Napoli e nerazzurri che, come detto, hanno una partita da recuperare, a sei turni dalla fine del campionato.

Massimo Ambrosini
Massimo Ambrosini (Instagram)

Rimonta Juventus dunque non impossibile, ma molto difficile. Per questo si può parlare di rimpianti per la Vecchia Signora?

Ha risposto a questa domanda Massimo Ambrosini, ex centrocampista del Milan, su DAZN. “Rimpianti scudetto? Per me la Juve ha fatto più errori di tutti, a tutti i livelli, per pensare di giocarsi lo scudetto quest’anno e merita di non giocarselo. Se avesse vinto con l’Inter staremmo parlando di altro. Sono arrivati a giocarsi un pensiero scudetto per meriti, per carità. Ma non dimentichiamo gli errori commessi“.