Serie A: il tecnico di Luserna ci crede e lancia la sfida impossibile…

Ebbene si, ora il tecnico piemontese può veramente farcela raggiungendo un obiettivo incredibile. Succede spesso che nel calcio le cose cambino in un’istante e situazioni che fino a poco prima sembravano irrimediabilmente compromesse, cambino di colpo e altrettanto spesso questo avviene quando qualcuno, riesce a credere in qualcosa più degli altri.

Davide Nicola
ANSA/GABRIELE MENIS

La Salernitana era ormai data per spacciata da tutti. Eppure, le ultime due partite della formazione campana sono finite con una vittoria per la squadra di Davide Nicola. Da ciò, i tifosi della Salernitana possono tornare a sperare. Il tecnico originario di Luserna San Giovanni non è nuovo a imprese clamorose in ambito salvezza. Basti pensare alla stagione 2016-2017, che ha visto il Crotone salvarsi in modo rocambolesco alla fine del campionato. Il Crotone aveva racimolato solamente 14 punti in 29 partite. Una situazione praticamente impossibile da ribaltare. Eppure, con vittorie clamorose nel mese di aprile, contro il Verona, l’Inter e la Sampdoria, il Crotone ha iniziato a credere nell’impresa. La vittoria all’ultima giornata contro la Lazio significa una sola cosa: il Crotone resterà in A. Una favola moderna che il tecnico dei campani vorrebbe ripetere.

Le parole del tecnico piementese

Dopo la vittoria contro l’Udinese, nel match di recupero della 19esima giornata, Nicola ha commentato il momento dei campani e le chance di salvezza ai microfoni di DAZN. “Personalmente sono contento per i nostri tifosi che avete visto anche oggi sono accorsi in massa. Per i ragazzi, per la società e per il lavoro che stiamo facendo. Abbiamo battuto una squadra che aveva fatto 15 punti nelle ultime otto, una squadra forte e che ha qualità. Siamo contenti”.

Nicola ha aggiunto: Siamo a sei punti dal quartultimo posto, stiamo spendendo tutto per inseguire il sogno. Nei numeri stasera la partita era più una partita da pareggio, altre volte meritavamo di vincere e non ci siamo riusciti. È stato importante farlo stasera perché era un recupero. Per poter recuperare devi cercare di fare una serie di risultati straordinari ma ci vogliamo provare e farlo attraverso gli allenamenti. Stasera sono molto contento perché avevamo assenze pesanti. Chi è entrato ha fatto ampiamente quello che doveva fare. Sono contento per Simone Verdi, l’intensità con cui è entrato e la qualità ci ha permesso di dire la nostra”.

Davide Nicola
ANSA/MASSIMO PICA

La lotta salvezza: “una battaglia incredibile”

Il tecnico ha inoltre parlato della forza del gruppo: Tutti i giocatori possono dare una mano concreta alla Salernitana ed è quello che mi auguro. È la dimostrazione che questo gruppo ha bisogno di tutta la sua interezza. Arrivando a giocare per la prima volta due partite in tre giorni, abbiamo cercato di gestire la partita nel primo tempo con un palleggio. Non abbiamo voluto forzare i ritmi, abbiamo dosato le energie. Siamo cresciuti dal punto di vista fisico, non abbiamo perso le distanze. Nel secondo tempo siamo andati in crescendo, ci abbiamo creduto e alla fine ci è andata bene. Ora dobbiamo recuperare più velocemente, ci aspetta una battaglia incredibile. Ma questa squadra è diventata velocemente squadra e vuole sfruttare tutte le occasioni disponibili. Mi fa piacere che si sia creata la giusta alchimia”.