Allegri: dopo la sconfitta a Genova, tornano virali alcune sue dichiarazioni

Dopo la sconfitta della Juventus a Genova, sono tornate virali alcune dichiarazioni rilasciate da Massimiliano Allegri nella conferenza stampa pre-gara…

Dal “corto muso” alle altre massime famose. L’allenatore della Juventus Max Allegri se ne inventa sempre una. In particolare in questa stagione ha accompagnato la sua squadra attraverso conferenze stampa spesso curiose, che hanno fatto divertire i giornalisti. Anzi, molte delle sue parole sono diventate virali sui social e hanno fatto discutere i tifosi. Prima della partita contro il Genoa, poi persa con un calcio di rigore al 96′ minuto, Massimiliano Allegri aveva parlato della sua visione dei giovani e di come vanno gestiti. In Italia il dibattito è sempre aperto, a maggior ragione dopo la mancata qualificazione della nazionale dai Mondiali se ne è parlato tanto.

allegri
Allegri e la teoria dei “giovani pesci”: le sue parole fanno impazzire il web (Ansa)

Si dice che i giovani hanno poco spazio, che giocano poco. Qualcosa che, invece, non succede negli altri paesi. Nel senso che in altri campionati spesso ragazzi anche molto giovani giocano titolari, e talvolta diventano anche dei perni delle rispettive squadre. Tuttavia, Allegri ha espresso il suo disappunto a riguardo: “Anche nel nostro campionato giocano titolari. Miretti (un giovane della Juventus, ndr) sta giocando. Perché se sono bravi in campo ci vannoe giocano eccome – ha spiegato l‘allenatore della Juventus in conferenza stampa – a me poi questa storia mi incuriosisce, perché voglio che mi tirate fuori tutte le statistiche e voglio vedere in che squadre giocano e per quanto giocano”.

Allegri, la sua teoria fa impazzire i social

Max Allegri
(© LaPresse)

Poi Allegri ha aggiunto anche un’altra critica. “Spesso si tende a generalizzare le cose, perché all’estero si fa sempre meglio di come facciamo noi”, ha detto. “Invece in Italia i giovani ci sono, ce ne sono tanti bravi. È chiaro che più giocano e più mettono insieme esperienza, ma questo fa parte di ogni campo lavorativo, anche del mio e del vostro (riferimento ad allenatori e giornalisti, ndr). Anche voi quando avete iniziato a scrivere non era come adesso. L’esperienza e la sicurezza si trovano solo facendo esperienza. Nessuno nasce imparato – ha proseguito – che in Italia si cerca sempre di avere massima attenzione sui fenomeni calcistici in generale e dopo una settimana poi si butta di nuovo giù tutto. Non si tratta di pesci che si pescano e che poi si ributtano in mare. Se uno gioca, migliora e fa esperienza”. Questa teoria dei “giovani pesci” ha letteralmente fatto impazzire il web, con le parole di Allegri riportate e condivise in massa sui social.