Lazio-Sarri: tutto fatto. Il tecnico toscano ha sciolto le riserve

Maurizio Sarri ha finalmente sciolto le riserve sul suo futuro. Il tecnico toscano ha incontrato il presidente biancoceleste ed ha pianificato le strategie per la prossima stagione.

Maurizio Sarri e la Lazio: un rapporto cominciato un anno fa e che sembrava potesse finire presto. Nonostante un’annata in chiaroscuro (è arrivata la qualificazione in Europa League e Immobile ha festeggiato il titolo di capocannoniere) i tifosi biancocelesti avevano ancora voglia di vedere il toscano sulla panchina della loro squadra. E finalmente, dopo settimane di trattative, è arrivata la notizia. Il presidente Claudio Lotito ha deciso di confermare l’ex tecnico di Napoli e Juventus, ma non solo.

sarri
Lazio, Sarri: la decisione sul futuro dell’allenatore è presa (Ansa)

E’ anche arrivata la tanto attesa firma sul rinnovo. La Lazio, infatti, blinda il suo allenatore con un contratto fino al 2025, confermandolo per altre tre stagioni. Un impegno lungo e significativo, che spiega come il presidente laziale abbia grande fiducia nell’allenatore che ha vinto l’Europa League col Chelsea. Contratto prolungato fino al 30 giugno 2025 e un ingaggio importante per Sarri: dovrebbe guadagnare circa 3.5 milioni all’anno. Segnale molto chiaro sull’importanza di questo allenatore per la Lazio. Ora il presidente dovrà accontentare il tecnico e fare un mercato che possa portare giocatori adatti al suo modo di vedere calcio.

Lazio, Sarri rinnova fino al 2025: i dettagli del contratto

Il lavoro dell’allenatore di Figline è stato molto difficile: ereditò la squadra di Simone Inzaghi, abituata a giocare in profondità e con le ripartenze. L’esatto opposto della visione calcistica del toscano. Anche le caratteristiche dei giocatori, in tutti i reparti, erano a favore di questo modo di giocare. Nonostante questo Sarri è riuscito a dare la sua impronta alla Lazio, che ha offerto ottime prestazioni assieme ad altre molto deludenti. Tallone d’Achille l’altissimo numero di gol subiti, un fattore sul quale il tecnico toscano dovrà sicuramente lavorare.

Lazio
Lazio (Instagram)

Adesso che ha un progetto serio davanti a lui (nel contratto, comunque, non sono previste buonuscite o clausole in caso di addio) potrà lavorare più serenamente e provare a convincere il presidente a rivedere la rosa biancoceleste in modo strutturale. Per il tecnico toscano sarebbe molto importante, ad esempio, la conferma del centrocampista Milinkovic-Savic.