Mondiali di nuoto, Italia da urlo: risultato pazzesco i nostri campioni

Italia da record alla fine dei Mondiali di nuoto di Budapest 2022: la squadra azzurra ha confermato lo stato di forma e ha raggiunto risultati mai ottenuti prima in tutta la nostra storia in piscina.

Sono andati in archivio i Mondiali di nuoto di Budapest 2022. Una rassegna che rimarrà nella storia del nostro sport. Mai prima di oggi la squadra azzurra era riuscita infatti a raggiungere risultati del genere. Nel primo grande evento del post-Pellegrini, i nostri ragazzi ci hanno resi orgogliosi come mai prima, facendo incetta di vittorie, record, medaglie e piazzamenti di grande prestigio. Un’avventura straordinaria che ha portato a un risultato fenomenale.

Gregorio Paltrinieri oro Mondiali
Gregorio Paltrinieri (ANSA)

Si allarga il cuore a vedere ciò che è successo in queste due settimane da sogno. Nonostante l’altissimo livello dei rivali, in vasca i nostri eroi hanno saputo ben comportarsi, raggiungendo spesso il risultato pronosticato, a volte andando anche oltre le aspettative e solo in pochi casi finendo per deludere le nostre attese.

A Budapest si è fatta la storia. Nella diciannovesima edizione dei Mondiali, l’Italia ha fatto ciò che in diciotto edizioni precedenti non era mai accaduto. E questo cosa vuol dire? Che possiamo iniziare a fare il countdown verso Parigi. Di questo passo l’edizione 2024 delle Olimpiadi potrà regalarci infatti delle soddisfazioni uniche.

Leggi anche -> Mondiali nuoto, impresa storica di Martinenghi: nessun italiano ci era mai…

L’Italia chiamò: podio conquistato ai Mondiali

In uno sport come il nuoto, il medagliere ha un discreto valore per capire lo stato di forma del movimento. Evidente che ci siano Paesi che, storicamente, nel computo totale, per dimensioni, hanno un netto vantaggio, come gli Stati Uniti, la Cina e la Russia (oggi fuori dai giochi per cause che nulla hanno a che fare con lo sport). Ma anche per questo riuscire a salire sul podio è qualcosa che ha il sapore della grande impresa.

Benedetta Pilato
Benedetta Pilato (ANSA)

Con 9 ori, 7 argenti e 6 bronzi abbiamo chiuso al terzo posto nella classifica generale, dietro proprio ai colossi americani (18 ori, 14 argenti e 17 bronzi) e cinesi (18 ori, 2 argenti e 8 bronzi). Un risultato pazzesco, se consideriamo che ci ha permesso di mettere alle nostre spalle super potenze come Australia, Giappone e Francia.

Potrebbe interessarti -> Dramma ai Mondiali di nuoto, la confessione dell’allenatrice: “Non respirava più”

Da Paltrinieri a Martinenghi, da Pilato a Minisini e Ruggiero, senza dimenticare Ceccon e i ragazzi straordinari della staffetta. In questi Mondiali abbiamo raggiunto risultati davvero indimenticabili, con tanto di argento per il Settebello che ha sfiorato un ritorno alla vittoria in uno sport. Insomma, le premesse per un’epoca d’oro del nostro nuoto ci sono tutte. Non resta che incrociare le dita.