Problema Milan: la situazione De Katelaere non si sblocca. Tra i club è gelo

Fino a qualche giorno fa, l’ennesimo grande acquisto in casa Milan, sembrava ad un passo ed invece nelle ultime ore la situazione si è incredibilmente complicata ed ora è gelo…A detta di Paolo Maldini qualche giorno fa infatti, “c’era fiducia” riguardo la trattativa in corso e la fumata bianca doveva essere dietro l’angolo ed invece sono arrivati i problemi. 

La scorsa stagione si è conclusa nel migliore dei modi in casa Milan. La squadra rossonera allenata dal tecnico Stefano Pioli ha vissuto un finale di campionato entusiasmante ed emozionante che si è concluso con una grande gioia per tutti i tifosi della compagine meneghina.

Milan
Milan (Instagram)

Quest’ultima, a seguito di un pazzesco testa a testa con l’Inter guidata dall’allenatore Simone Inzaghi, è riuscita ad avere la meglio sui cugini e a conquistare lo scudetto. Si è trattato di un titolo molto sentito sia dalla società che dai sostenitori rossoneri, visto stiamo parlando di un trofeo che mancava dalla bacheca del Milan da ben undici anni.

Adesso però è tempo di pensare al futuro, con la prossima stagione che è ormai alle porte. Così gli uomini mercato del club lombardo sono all’opera in queste settimane per regalare a Pioli diversi rinforzi importanti per affrontare al meglio gli impegni che attenderanno la formazione rossonera sia in Italia che in Europa.

Leggi anche -> Mercato: il Milan, dopo l’addio di Romagnoli ha già trovato il nuovo difensore

Milan, il top player si allontana, malgrado la fiducia in casa rossonera

I dirigenti della società meneghina avrebbero voluto consegnare a Pioli, prima dell’inizio della stagione, un altro importante rinforzo, ma malgrado nelle ultime settimane la trattativa sembrasse vicinissima alla conclusione, nelle ultime ore è cambiato tutto. Massara e Maldini in settimana si erano recati in Belgio per convincere Charles De Ketelaere ad accettare la maglia rossonera e da quello che emerge sembravano esserci riusciti… E allora qual’è il problema? Il problema non lo sta creando il trequartista ma il Bruges.

Milan
Milan (Instagram)

Maldini di ritorno dal Belgio aveva risposto ad alcune domande e da quello che aveva riferito, la trattativa sembrava potersi chiudere da li a poco. “Com’è andata? Bene. C’è fiducia. Intenzione di chiudere? Ci proviamo“. Le parti si sarebbero dovute riaggiornare nei giorni immediatamente successivi ma così non è stato. Secondo alcune indiscrezioni, i rossoneri avrebbero offerto trenta milioni di euro più due di bonus mentre la società belga di milioni ne chiederebbe non meno di trentacinque di base fissa, ed il problema sembrerebbe riguardare proprio quei maledetti cinque milioni.

L’accordo con il giocatore sulla base di un contratto da cinque anni da due milioni e mezzo di euro più bonus a stagione già c’è ma quello non basta. Nei prossimi giorni il club rossonero proverà di nuovo a trovare l’intesa anche con il Bruges, ma se non dovesse riuscirci, Maldini e Massara saranno costretti a virare su altro per accontentare Stefano Pioli.