Mercato Lazio: arriva finalmente il nazionale che Sarri voleva a tutti i costi

La Lazio ha messo a segno un altro grande colpo di mercato. È fatta per l’arrivo del nazionale uruguaiano alla corte di Maurizio Sarri. L’ex giocatore dell’Inter al ha siglato un contratto triennale con opzione per altre due stagioni.

La Roma nei giorni scorsi, ha messo a segno un grande colpo di mercato e lo ha fatto portando nella capitale, sponda giallorossa, il fantasista argentino Paulo Dybala. Un colpo sensazionale, ma quando si parla di mercato, non bisogna mai essere superficiali. Anche dall’altra parte del Tevere infatti, c’è una squadra come la Lazio che sta facendo benissimo, malgrado i giornali, sembrano non volerlo notare. La Lazio malgrado non abbia fatto nessuna presentazione scintillante, sta lavorando in maniera decisamente concreta inanellando acquisti decisamente più funzionali che di grido e che nel corso della stagione potrebbero davvero lasciare il segno.

Lazio
Lazio (Instagram)

La risposta a Dybala? No a Sarri serviva altro

Certo l’attaccante argentino approdato alla Roma, si porta dietro il nome altisonante, avendo di fatto segnato in Italia, già decine di gol ma la Lazio in quei ruoli era già a posto e non aveva bisogno di un calciatore del genere. Avendo infatti in rosa, una attaccante che sta polverizzando record si record e che ha già vinto quattro volte la classifica dei marcatori la Lazio aveva altre priorità. Inoltre i biancocelesti sono a posto anche in quello che è il resto del reparto avanzato, potendo contare su dei centrocampisti offensivi che, chi più e chi meno, hanno già fatto vedere al mondo di che pasta sono fatti. Parliamo ovviamente di Pedro, Felipe Anderson, Milinkovic Savic, Luis Alberto, Zaccagni, ovvero di giocatori che lo scorso campionato sono riusciti a far realizzare ai biancocelesti, la bellezza di 77 gol nel solo campionato!

Leggi anche -> Napoli, finalmente è fatta: Il sostituto di KK è arrivato ma con che clausola!

Lazio, arriva un equilibratore del centrocampo

Il problema la Lazio infatti, lo ha sempre mostrato nel reparto difensivo dove, i giocatori ormai abituati da anni, a giocare con una difesa a tre che arretrava, all’avanzare dell’avversario, ha dovuto cambiare completamente modo di difendere, finendo con il subire davvero troppi gol. Questo non vuol dire che la colpa delle tantissime reti incassate dalla Lazio lo scorso anno, sia totalmente imputabile alla difesa biancoceleste, anzi. Spesso infatti si dimentica che la prima parte della linea difensiva di una squadra, è rappresentata proprio dal centrocampo, che se non riesce a “filtrare” adeguatamente le offensive delle squadre avversarie.

Lazio
Lazio (Instagram)

Trovate le lacune, la Lazio è corsa ai ripari

La Lazio ha fatto tesoro di quello che è accaduto lo scorso anno e malgrado comunque anche nella scorsa stagione, non abbia affatto sfigurato, classificandosi quinta, il presidente biancoceleste ha voluto regalare a Sarri, giocatori che si “sposassero” meglio, con quello che sono i suoi dettami tattici. Vero è che la Roma ad inizio settimana ha presentato un fuoriclasse vero, ma è altrettanto vero che la Lazio ha già portato a casa 8 nuovi giocatori e alcuni di loro sono anche di altissimo livello. Il presidente Lotito ieri, uscendo dal Consiglio Federale, ha così parlato del mercato della propria squadra. “Abbiamo allestito una squadra sulle indicazioni dell’allenatore. Non facciamo previsioni. Sicuramente c’è una contrazione economica, ma la Lazio è una delle squadre che ha speso di più sul mercato – ha sottolineato il presidente della società biancoceleste -.

Arriva a parametro zero, un giocatore fondamentale

Come se non bastasse, il club biancoceleste ha chiuso ieri per un vecchio pallino di Mau. Un centrocampista della nazionale uruguaiana che non ha bisogno di presentazioni: Matias Vecino che, dopo aver salutato l’Inter, si è accasato a Roma sponda biancoceleste.  Secondo quanto è emerso, le parti si sarebbero accordati per un contratto triennale da quasi due milioni di euro a stagione. La decisione sarebbe stata da comunicata al giocatore direttamente dal suo agente Alessandro Lucci. Quest’ultimo, grazie agli eccellenti rapporti con Claudio Lotito e Igli Tare, sarebbe stato importantissimo per la fumata bianca dell’affare.