Il Napoli di Spalletti vince la prima, ma il tecnico non sorride…

Il Napoli non stecca la prima ma il tecnico non sorride più di tanto. Luciano Spalletti durante la conferenza stampa che ha fatto da preludio, alla partita di ieri tra Verona e Napoli, vinta poi dai partenopei per 2 a 5, ha parlato apertamente della situazione che si sta vivendo in casa degli azzurri. Il tecnico si è soffermato in particolar modo sulle cessioni e sulla necessità di nuovi acquisti, per i quali non sarebbe ancora tardi…

Mister Spalletti è un allenatore che ha fatto delle conferenze stampa mai banali e sempre chiare un suo punto distintivo.  Anche questa volta durante la conferenza di vigilia di Verona – Napoli l’allenatore del Napoli non ha certo deluso le aspettative.

Luciano Spalletti
Mister Spalletti/calciotoday

Innanzitutto Spalletti ha smorzato le eventuali polemiche, dicendo che la situazione prospettatagli da Aurelio De Laurentiis è sempre stata questa: e cioè un periodo di transizione ed uno svecchiamento della squadra senza tralasciare i risultati sportivi.

Le sue dichiarazioni in proposito sono state proprio queste: “Quando sono arrivato ho conosciuto Aurelio e mi ha spiegato il suo percorso futuro con me. Mi è stato prospettata una squadra di transizione per quanto riguarda conti, ringiovanimento rosa, ritorno in Champions…”

Luciano Spalletti ha fiducia nel nuovo Napoli e nella dirigenza

L’opera di ricostruzione del Napoli non è stata e non è di certo indolore, ma nell’ambiente traspare comunque una certa fiducia.

La squadra ha dimostrato nelle amichevoli di stare bene in campo e di non aver perso il bel gioco, nonostante molti interpreti siano andati via.

Il mister infatti ha riposto grande fiducia nei nuovi innesti, giudicati da lui motivati e già pronti per la nuova ed impegnativa avventura.

Il Mercato per il Napoli non è ancora chiuso

Spalletti
Luciano Spalletti in conferenza stampa /ANSA

Indubbiamente la squadra, malgrado ieri non lo abbia assolutamente evidenziato, ha perso dei leader sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista caratteriale, ma Spalletti ha fatto capire che il mercato non è ancora chiuso e che il Napoli, è ancora in grado di potersi rinforzare in tutti i reparti.

Girano ancora con una certa insistenza i nomi di Giovanni Simeone e Giacomo Raspadori per il reparto offensivo. Senza tralasciare il suggestivo nome di Keylor Navas per il ruolo di portiere.

Insomma è un Napoli ancora in ballo e che non si è fatto demotivare dai tanti addii, anzi le parole di Spalletti ci confermano che probabilmente la strategia della società era proprio quella di dare inizio ad un nuovo ciclo.