NBA, gesto shock di un tifoso dagli spalti: responsabile arrestato

NBA, un tifoso è stato autore di un gesto shock dagli spalti nel corso della gara tra i Brooklyn Nets e i Dallas Mavericks: responsabile arrestato.

Episodio shock al Barclays Center di New York nel corso dell’overtime tra i Brooklyn Nets e i Dallas Mavericks. Un tifoso ha tirato un bicchiere di plastica con dentro del ghiaccio in direzione di Luka Doncic.

NBA
NBA (Screenshot Instagram)

Il brutto gesto è avvenuto mentre Kevin Durant si trovava in lunetta per i tiri liberi. A seguito del lancio del bicchiere il gioco è stato sospeso per alcuni minuti. Per fortuna nessun giocatore presente in campo è stato colpito e si è atteso solo il tempo necessario per pulire il parquet prima di riprendere la partita.

Il responsabile del gesto è stato identificato e arrestato. La gara è poi ripresa e si è conclusa con il successo da parte dei Mavericks per 125-129. È un periodo nero per i Nets che hanno incassato la quarta sconfitta della stagione sui cinque incontri giocati.

Leggi anche -> Pablo Marì è stato accoltellato: ecco cosa è successo e gli ultimi aggiornamenti

NBA, ottima prestazione di Luka Doncic in Brooklyn Nets-Dallas Mavericks

Altro KO dunque, nonostante la buona prova di Kyrie Irving e Kevin Durant, autori rispettivamente di trentanove e trentasette punti. Infatti è stata di nuovo sottotono la prestazione della difesa, con i Nets sono adesso fanalino di coda della lega per defensive rating.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sky Sport NBA (@skysportnba)

Ottima invece la prova di Luka Doncic. Il campione ha realizzato una tripla doppia da quarantuno punti, undici rimbalzi e quattordici assist nel giro di quaranta minuti col cinquanta percento dal campo. Per i Mavericks si è trattato del secondo loro successo in stagione, per un totale di due vittorie e due sconfitte.

A seguito della gara il fuoriclasse ha dichiarato. “Il merito della vittoria è di tutti perché questa era una partita difficile che volevamo vincere: da solo non ci sarei riuscito. Stiamo stati bravi a reagire, non è facile giocare contro avversari come KD e Irving ma tutti hanno fatto il proprio lavoro“.

Impostazioni privacy