Bolidi da urlo: quello che guida Verstappen è da impazzire!

L’attuale Re della F1, Max Verstappen, è senza dubbio l’attuale “Signore della velocità” ma avete mai visto la sua auto privata? una bomba!

Il campione dei campioni adesso è lui, Max Verstappen ormai ci ha preso gusto e ormai da oltre tre stagioni sta dominando in lungo e largo il Grande Circo della F1; Vittorie su vittorie e prestazioni dasballo in continuazione, lo stanno consacrando gara dopo gara, una delle più belle realtà dell’automobilismo mondiale.

Max Verstappen e il suo nuovo bolide
Il campione Max Verstappen e il suo gioiello da collezione: è una supercar da sogno (ansa foto) – scommesse.online

Guai ad affermare che è esploso in ritardo, visto che oggi ha solo 25 anni e a 23 otteneva già il suo primo titolo di campione. Poi è arrivato il secondo trionfo consecutivo, e con tutta probabilità ne arriverà anche un terzo, visto che, fin ora, su 13 gran premi fin qui disputati nella stagione in corso, ben 11 successi li ha centrati lui, lasciando praticamente che gli avversari facessero solo indigestione di amarezze.

Verstappen è i suoi record

Max Verstappen da ormai tre anni è l’uomo nuovo della Formula Uno, il campione che sta sovvertendo tutti i pronostici, sta spingendo Lewis Hamilton anticipatamente “verso la pensione”. Verstappen è oggi più che mai l’uomo simbolo della Red Bull, che torna a vincere ad anni di distanza dall’epoca d’oro di Sebastian Vettel.

La RB19 del 2023, motore Honda, è il logico sviluppo della monoposto che ha dominato la seconda metà della passata stagione, che non diede scampo ai rivali grazie anche ad un Max Verstappen strabiliante ogni volta in cui andava in pista. Il talento del figlio di Jos, abbinato ad una macchina e ad una squadra di senza eguali, non permette agli altri di avvicinarsi minimamente e di competere.

Qui, però, non vogliamo solo parlarvi dello strapotere del duo Red Bull-Verstappen, ma di un’altra vettura, stratosferica, che il campione belga olandese ha cominciato a guidare al di fuori delle gare. Potreste mai immaginare, infatti, che il numero della F1 vada in giro con un’utilitaria? Certo che no!

Max Verstappen e la sua hypercar: un sogno

Ecco, allora, che Max Verstappen ha deciso di “concedersi” un bolide, una hyper car, una di quelle vetture da multimiliardari che un 25enne potrebbe solo sognare. Non lui, non Max, l’uomo che oggi può tutto. Stiamo parlando della Aston Martin Valkyrie del 2023, il primo bolide da pista, la prima super car immaginata e costruita con il design e il motore di una vettura da circuito e invece destinata “al traffico cittadino”.

Aston Martin Valkyrie
Aston Martin Valkyrie: la hypercar da mille e una notte è ora nelle mani di Verstappen (press media Aston Martin) – scommesse.online

Non c’è che dire in relazione alla Aston Martin Valkyrie 2023, l’ingegnere di Formula 1, Adrian Newey, ha dato vita a un sogno febbrile che alza l’asticella dell’hypercar al suo punto più alto. Quando Andy Palmer, ora penultimo amministratore delegato di Aston Martin, promise che la hypercar Valkyrie sarebbe stata considerata l’apice dell’era della combustione, suonò come il tipo di iperbole comune a chi possiede hypercar a tiratura limitata da vendere. 

Eppure la realtà conferma senza mezzi termini quella lontana affermazione, fatta già nel 2016, quando Aston e Red Bull Racing (allora non è casuale che oggi è Verstappen a guidare questo gioiello), annunciarono per la prima volta di aver iniziato a collaborare sull’ambizione di lunga data del designer di F1 Adrian Newey al fine di realizzare un’auto da corsa per proiettarla su strada.

Max sta diventando un mito

Da allora sono successe molte cose. Palmer è stato messo da parte, così come il suo successore come capo dell’Aston, Tobias Moers. La Red Bull sta ora lavorando al proprio progetto targato Adrian Newey, la RB17 solo da pista (Verstappen ancora una volta godrà dei benefici), mentre la Valyrie, sempre opera di Newey “il geniaccio”, è già realtà, e che bella realtà. E se c’è di mezzo lo zampino di Red Bull, a guidarla, anche se lontano dalle piste, non può essere che il suo uomo simbolo.

Il motore Cosworth V12 aspirato da 6,5 litri costruito a mano eroga una potenza massima di 746 kW alla vertiginosa velocità di 10.600 giri/min e raggiunge il limitatore a 11.200 giri/min. Un motore elettrico a flusso assiale da 105 kW si trova tra questo e il cambio sequenziale a sette velocità per aggiungere assistenza e offrire una funzione di recupero di energia in stile F1 KERS. Ecco un video carico di emozioni che racconta il momento in cui Verstappen guida il suo nuovo gioiello.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MotorManiaco (@motormaniaco_)

Sono presenti sospensioni attive, inclusa la possibilità di abbassare la carrozzeria dell’auto in modalità Pista per migliorare la deportanza, con elementi attivi su entrambe le estremità – oltre al tunnel del diffusore – che le consentono di raggiungere un picco di 1.100 kg di assistenza aerodinamica, ma anche eliminare gran parte di questo per ridurre la resistenza sui rettilinei. Il parabrezza fortemente curvo della Valkyrie dà la sensazione di guardare attraverso una visiera; un’altra sfida ingegneristica è stata la creazione di un meccanismo del tergicristallo in grado di inclinare la singola lama per mantenere il contatto mentre spazza lo schermo. Un gioiello di assoluta grandezza, 

 

 

Impostazioni privacy