Lindstrom: Napoli è già innamorata del nuovo Laudrup

Napoli attendeva da tempo il suo nuovo gioiellino ed è pronta a innamorarsi di Lindstrom, come fece per tutti i suoi idoli. In barba alla superstizione, il danese è nato il 29 febbraio e quindi in un anno bisestile….

Voleva vivere in riva al mare, lo sognava, lo desiderava fortemente perchè senza avrebbe avuto nostalgia, visto che era abituato a quello della sua Danimarca. Dopo due anni trascorsi a guardare dalla finestra il Meno di Francoforte, il 23enne Jesper Lindstrom, finalmente, potrà di nuovo godersi una passeggiata al mare.

Compleanno ogni 4 anni
La nuova stella del Napoli celebra il suo compleanno ogni 4 anni (fonte canva) – scommesse.online

Lo definiscono il nuovo Michael Laudrup, indimenticata stella anni 80-90 della nazionale scandinava, campione d’Europa in Germania nel 1988 con la Danimarca dei miracoli di Rinus Michels, che prima esplose alla Lazio, poi fece molto bene nella Juventus di Trapattoni e si consacrò, infine, nel Barcellona, che non era ancora quello di Messi ma metteva paura a tutta l’Europa.

Piedi fatati, posizione tenuta in campo, molto simile a quella dell’ enfant prodige del calcio danese come l’ex Lazio e Juve. Laudrup era mortifero nelle sue serpentine alle spalle delle punte ed era libero di svariare su tutto il fronte offensivo. Secondo gli addetti ai lavori danesi, Laudrup era addirittura meno dotato tecnicamente, rispetto a Jesper Lindstrom. Lindstrom è da pochi giorni nuova stella del Napoli.

Jesper Lindstrom, l’anno bisestile e la nostalgia del mare

In due anni all’Eintracht Francoforte, Lindstrom è cresciuto in maniera esponenziale e i tifosi napoletani se ne sono già accorti nella doppia sfida degli ottavi di Champions. Le sette reti messe a segno nell’ultima annata in Germania parlano chiaro e di certo sono un ottimo biglietto da visita per il danese. Certo il paragon con Laudrup, almeno il momento appare un po sbilanciato anche perchè Jesper a 23 anni, deve farne ancora di strada prima arrivare ai livelli di quello che è stato forse, uno dei migliori esponenti del calcio danese, ma di certo siamo sulla buona strada.

Jesper Lindstrom
Jesper Lindstrom, talentuoso trequartista danese,è finalmente approdato alla corte di Rudi Garcia (ansa foto) – scommesse.online

Lindstrom  principalmente nasce come trequartista, ma può giocare in tutte le posizioni offensive dietro ad una prima punta. Dotato di una notevole velocità sia nel breve che sulla media distanza, è abile nei dribbling uno contro uno e ha dimostrato anche un’ottima intelligenza tattica. Le curiosità su di lui sono diverse e non si limitano solo alla suddetta nostalgia per il mare.

Jesper Lindstrom è nato il 29 febbraio del 2000: questo significa che è nato in un anno bisestile e gioco forza può celebrare il suo vero compleanno solo ogni 4 anni. Naturalmente, come per tutti coloro che incappano in questo meccanismo, le candeline le spegnerà il giorno prima…

Lindstrom sulle orme di Laudrup ed Eriksen

26 anni di differenza con Michael Laudrup, e tanta strada da fare per lasciare il segno nel calcio mondiale, ma dalla sua la giovane età e margini di miglioramento spaventosi. Lindstrom appare decisamente come uno dei giovani atleti più promettenti della nuova generazione del calcio danese. Siamo di fronte ad una tradizione che è continuata nel tempo e che anche negli ultimi anni, ci ha regalato stelle di assoluta grandezza in questo ruolo (non ultimo l’ex nerazzurro Christian Eriksen).

Lindstrom anno bisestile
Lindstrom, l’anno bisestile e la nostalgia del mare: ecco tutte le curiosità sull’ex Eintracht (ansa foto) – scommesse.online

Eriksen dopo la rescissione con l’Inter, seguita ai noti problemi cardiaci (il nostro regolamento parla chiaro ed è molto restrittivo) e dopo l’intervento al cuore e l’applicazione del defibrillatore sottocutaneo si è ripreso tutto, a partire dalla maglia da titolare in nazionale, ricominciando anche a giganteggiare in Premier League con lo United.

Tornando a Lindstrom comunque, malgrado la loro grande predisposizione alla scaramanzia, i tifosi del Napoli stavolta, non sembrano credere alla cabala: questa volta un ragazzo nato in un anno bisestile potrebbe non solo dare continuità a quello che è stato uno degli anni più belli della loro storia, ma potrebbe anche di portarli sul tetto d’Europa…

Impostazioni privacy