Tennis, Medvedev lascia tutti senza parole

L’attuale numero tre dell’Atp, Daniil Medvedev ha improvvisamente squarciato l’apparente tranquillità del mondo del tennis, e lo ha fatto lasciando tutti senza parole. Le frasi rilasciate delal tennista russo hanno scosso e non poco, il mondo della racchetta e dello sport in genere,  lanciando un allarme che non va assolutamente sottovalutato.

Ci sono momenti, nel tennis e nello sport in genere, in cui essere un personaggio pubblico, essere un campione, può regalare una enorme cassa di risonanza mediatica alle proprie dichiarazioni e questo, il russo Medvedev lo sa bene. La notorieta’ infatti, porta con se anche un potere e soprattutto una grande responsabilità da gestire.

Medvedev parole shock
Il tennista russo Daniil Medvedev esplode di rabbia agli Us Open (ansa foto) – scommesse.online

Non stiamo parlando delle doti e del talento, quelle che, nel caso di questo atleta, i risultati hanno ampiamente dimostrato. Il nostro riferimento infatti e’ relativo alle parole che in determinati momenti, vengono rilasciate di fronte a telecamere che hanno diffusione mondiale. Spesso infatti l’ emozione, la rabbia, lo stress, oppure semplicemente l’adrenalina che rimane altissima subito dopo un incontro giocato, possono diventare veri e proprie “bombe a orologeria”.

Ci sono frangenti in cui un campione sente il dovere di “alzare la voce”, e deve farlo per motivazioni che vanno oltre il tornaconto personale.  E’ ovvio che le dichiarazioni rilasciate da un campione, specie nell’epoca del web, se sono così forti, come quelle a cui facciamo riferimento, possono certamente destabilizzare l’opinione pubblica e trovare diverse interpretazioni.

Ci troviamo ovviamente nell’affascinante mondo del tennis e lo scenario a cui facciamo riferimento, è quello degli Us Open mentre il protagonista delle dichiarazioni “incriminate”, come abbiamo gia’ detto è il campione russo Daniil Medvedev.

Stress, fatica, caldo insopportabile: Medvedev lancia l’allarme

La stanchezza dopo un incontro durissimo, il caldo asfissiante durante le gare e perche’ no, anche la fatica dei troppi incontri ravvicinati: potrebbero essere state queste,  le motivazioni che hanno portato Daniil Medvedev ad urlare improvvisamente al mondo il proprio disappunto. E’ forse per questo motivo che il tradizionale savoir fair del tennista russo stavolta sembra essersi volatilizzato. Tutto ha avuto origine al termine di un’estenuante gara che ha visto la temperatura in campo salire fino a circa 36 gradi. Questa battaglia giocatasi tra Medvedev e Rublev, ha portato diverse conseguenze ai due tennisti e molte di queste sono state evidentemente riconducibili, al caldo infernale, che si respirava all’interno dell’Arthur Ashe Stadium.

Medvedev

Medvedev alle prese più volte con un inalatore durante la gara con Rublev (ansa foto) – scommesse.online

Durante la partita, Medvedev, che non dimentichiamolo è il campione in carica degli US Open 2021, e’ stato costretto a fare ben due pause mediche e ha utilizzato un inalatore nel tentativo di combattere gli effetti collaterali del clima opprimente. Gli asciugamani inzuppati di sudore dei tennisti sono diventati uno spettacolo nello spettacolo per il pubblico presente.

Ad un certo punto del terzo set, il 27enne Medvedev non ha retto e ha esternato a gran voce le sue preoccupazioni affermando, senza mezzi termini, che la temperatura avrebbe presto messo a rischio la salute sua di qualche altro tennista.

Sono arrivate così frasi shock che a qualcuno sono anche apparse esagerate, per altri invece sono state il reale e giustificato campanello di allarme per una situazione insostenibile.

le frasi di Medvedev, numero tre del tennis mondiale, hanno lasciato tutti senza parole

Medvedev si è lasciato andare e senza mezzi termini, nel pieno della rabbia e della stanchezza, ha affermato che, a causa delle pessime condizioni climatiche e di una struttura che certo non aiutava, probabilmente non idonea a contenere il caldo, “qualcuno presto potrebbe realmente morire”.

Medvedev caldo e fatica
Il caldo e la fatica hanno rischiato di giocare un brutto scherzo ai tennisti impegnati agli Us Open. Ecco il volto provato di Daniil Medvedev (ansa foto) – scommesse.online

Il caldo ha avuto un impatto enorme sui tennisti, è evidente, arrivati alla fase finale di un torneo che giunge, a sua volta, al termine di una stagione stressante. In uno sport dove la pallina viaggia a 200 chilometri orari, restare concentrati richiede uno sforzo enorme, e soprattutto se ci si trova dentro una bolla di calore è ancora peggio.

Il tetto della struttura non avrebbe fatto altro che aumentare a dismisura gli effetti del caldo, con conseguenze devastanti. Ci si è ritrovati come in una bolla di vetro senz’aria.

Parole forti, per certi versi brutali, quelle del campione russo, che hanno creato anche un certo allarme nel mondo dello sport, ma che, ad analizzarle bene, sono semplicemente la forte denuncia di un atleta che non ha certo bisogno di ulteriore popolarità e che ha sentito il bisogno di far capire al mondo che lo spettacolo dello sport, l’impatto mediatico, non possono e non devono andare oltre la salute degli atleti.

Impostazioni privacy