Pallavolo: la maledizione del 2023 colpisce anche gli uomini

Dopo la delusione per la sconfitta in semifinale contro la Turchia, subita dalla nazionale di pallavolo femminile, anche gli uomini subiscono la maledizione del 2023 e perdono la finale del campionato europeo.

Anche la pallavolo maschile, campione del mondo in carica, non riesce a riconquistare il titolo europeo di pallavolo pur giocando il torneo in casa. Gli azzurri del volley infatti, sabato sera alle 21:00 hanno giocato e perso la finale del campionato europeo di pallavolo al PalaEur di Roma. L’Italia di De Giorgi è comunque riuscita a conquistare la medaglia d’argento ma tutti si aspettavano qualcosa di più. Chiaramente per i 10 mila spettatori e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, non è stato piacevole vedere perdere la propria squadra 3 a 0, ma questo è lo sport e se un avversario sul campo si dimostra superiore, il risultato del campo va sempre accettato.

Pallavolo: la delusione è forte ma l’avversario è stato superiore

Durante le interviste di fine gara il CT dell’Italia ha commentato così la sconfitta:”certo, non siamo contentissimi ma questo argento è costato sudore e lavoro, non bisogna fare gli schizzinosi, ci siamo giocati un’altra finale in pochi anni. Deve diventare uno stimolo per il prosieguo, a livello mondiale non c’è una squadra che può dominare, dobbiamo migliorare.”. De Giorgi poi ci ha tenuto a scusarsi anche con il presidente Mattarella e lo ha fatto così:” Mattarella ci ha fatto i complimenti. Gli ho detto che eravamo dispiaciuti ma lui è stato molto gentile ed affettuoso.”

Il presidente infatti poco prima aveva commentato la sconfitta con queste parole: la pallavolo? “la guardo perché dentro c’è tanta fatica. Bisogna valorizzare le cose che si fanno, oggi abbiamo incontrato un avversario degno.”

La Polonia campione d’Europa (Ansa) Scommesse.online

De Giorgi: “adesso bisogna recuperare”

Inoltre il c.t. si è espresso anche riguardo ai prossimi eventi sportivi, specialmente al preolimpico a Rio: “È una stagione difficile e lunga, avremo quattro giorni poi andremo in Brasile per il preolimpico. Adesso bisogna recuperare ma l’obiettivo Olimpiade è importante.”

Insieme al c.t. De Giorgi, in un’intervista fatta a fine partita, è intervenuto anche il c.t. campione d’Europa Nikola Grbic che ci ha tenuto ad elogiare gli azzurri e infatti ha detto: “Sono due squadre talmente vicine per qualità che talvolta due palloni cambiano l’esito delle partite, è veramente difficile prevedere quello che sarà. Ci siamo dati appuntamento in finale a Parigi, sarà campo neutro. Con l’Italia speri che ti vada bene, gli episodi decidono il vincitore. Speriamo di trovarci sempre in finale, una volta le prendi una volta le dai”

Impostazioni privacy