Djokovic si schiera con i colleghi: ecco cosa ha detto

Djokovic in una sua dichiarazione uscita di recente si è apertamente schierato a favore dei colleghi. Ecco cosa ha detto

Il contributo di Novak Djokovic in materia tennistica sa essere sempre molto prezioso. Del resto è una delle leggende di questo sport, per non dire LA leggenda in assoluto. I risultati ottenuti sul terreno parlano per lui, così come gli anni di attività trascorsi.

Djokovic "sposa" la causa del tennis
Djokovic conquista tutti: ecco cosa ha detto (Scommesseonline). Fonte: ANSA Foto

Si è sempre dimostrato non solo un autentico fuoriclasse racchetta alla mano, ma è risultato tale anche al di fuori della disciplina sportiva. Un esempio lo si ha da un’uscita fatta di recente nei confronti del movimento del tennis. Specialmente quello professionistico.

Le parole di Djokovic hanno eco internazionale

Come da titolo, le parole di Djokovic hanno avuto eco internazionale. In questo caso in maniera positiva, dopo le numerose controversie che sono insorte in merito alle sue posizioni sul vaccino per il Covid-19. Ormai è comunque acqua passata, e anche chi al tempo si schierò dalla parte opposta questa volta ha dovuto dare atto al tennista.

Novak Djokovic duro con la federazione: stipendi inadeguati
Novak Djokovic parla della questione stipendi (Scommesseonline). Fonte: ANSA Foto

La questione che è stata toccata dal giocatore riguarda infatti la retribuzione. In media un professionista del mondo del tennis può arrivare a guadagnare circa 300.000 mila dollari all’anno. A seconda della zona geografica di riferimento ciò potrebbe non essere abbastanza. Ragion per cui il fuoriclasse serbo ha posto l’accento sulla questione.

In una recente intervista il giocatore ha dichiarato che meno di 400 giocatori riescono a “vivere di tennis”. Ciò lascia presagire dunque a dei guadagni molto bassi, cosa che potrebbe risultare fortemente deleteria per il benessere del movimento. Inoltre il giocatore ha rivelato come a inizio carriera fosse anch’egli in difficoltà.

Ha dimostrato così grande empatia, verso coloro che non riescono a guadagnare quanto gli spetta con il tennis. Inoltre, se non si ha una promotion solida alle proprie spalle, sostenere tutte le spese di rito è un’impresa praticamente impossibile. Viaggio e alloggio del resto non si pagheranno mai da soli.

Così, per chiudere l’intervista, Novak ha voluto utilizzare la sua fama e il suo potere mediatico di assoluta influenza per intervenire su una situazione insostenibile per numerosi colleghi. Sperando così che le sue parole aiutino a cambiare la situazione.

Impostazioni privacy