Mbappe lascia tutti senza parole: “I soldi dateli a loro”

I tifosi ammirano sempre i calciatori che si schierano dalla loro parte ma stavolta Mbappe è andato decisamente oltre le righe…

Idolo di grandi e bambini, Kylian Mbappe è di certo uno dei calciatori in attività più forti in assoluto. Questo fa si che il PSG gli abbia garantito un contratto faraonico per diversi anni ma malgrado questo, il fuoriclasse francese vuole comunque di più.

Mbappe si schiera con i tifosi
Kylian Mbappé (scommesse.online – Ansa foto)

L’ ingaggio dell’attaccante è spaventoso eppure a lui non sembra affatto bastare. In molti pensano che questa sua smania sia dovuta semplicemente alla sua voglia di cambiare aria per provare a vincere qualcosa, ma sarà davvero così?

Mbappe dice la sua sulle nazionali

Mbappe in una delle sue ultime interviste ha aperto ad un tema già spesso trattato dai giornali: le parentesi dedicate alle nazionali. Molti tifosi delle squadre di club, non sono mai stati a favore delle interruzioni dei campionati, a favore delle nazionali. Gare che le stesse squadre nazionali, potrebbero giocare anche tutte insieme, una volta terminati i campionati nazionali.

Mbappe stavolta, su questo argomento ha voluto dire la sua e la cosa ha fatto scalpore. L’asso francese, che è uno dei calciatori più pagati in assoluto a livello planetario, ha detto così la sua sull’argomento usando toni decisamente forti: “I calciatori non dovrebbero essere pagati per giocare in nazionale, quei soldi andrebbero dati ai tifosi che supportano la squadra”. Insomma, tra scontenti a casa senza calcio e chi invece va a sostenere anche la nazionale, sono loro i protagonisti, i tifosi che addirittura andrebbero sovvenzionati.

Mbappe, dichiarazioni che faranno discutere
Kylian Mbappé con la maglia della sua nazionale (scommesse.online – Ansa foto)

Un’idea difficilmente fattibile ma che farà sicuramente apprezzare anche il francese, fuori dal campo. Magari le federazioni potrebbero decidere di pagare le trasferte ai tifosi che si spostano dalla loro città pur di andar a seguire la propria nazionale, ma chissà poi se tutti i calciatori saranno d’accordo con la star mondiale o se a qualcuno proprio non piaceranno queste dichiarazioni.

Intanto bisogna sottolineare che proprio il ragazzo nato a Parigi, di presenze in nazionale ne ha già collezionate 71 in carriera. Questo significa che se le federazioni gli avessero dato ascolto anni fa, lui avrebbe certo rinunciato a guadagni importanti.