Formula 1, che accuse da Hamilton: “Avete visto cosa hanno fatto?”

Dopo quanto accaduto nel GP degli Stati Uniti, Lewis Hamilton ha reso incandescente il prossimo week end di Formula 1 con alcune dichiarazioni pesantissime

Il Gran Premio di Formula 1 del Texas è tutt’altro che finito. Quanto accaduto ad Austin infatti, ha portato con sé strascichi inevitabili, ed il perché è quanto mai scontato. Lewis Hamilton infatti, al termine di una gara condotta in maniera esaltante è stato squalificato a causa di un’irregolarità riscontrata sul fondo della sua monoposto.

Solo per la cronaca va precisato che per lo stesso motivo, e contemporaneamente a lui, è stato squalificato anche il pilota della Ferrari Charles Leclerc.

Il tutto come detto, è avvenuto solo dopo la fine della corsa, ciò vuol dire che i posizionamenti dell’inglese e del monegasco sono stati ritenuti nulli, e di conseguenza, tutti gli sforzi fatti in gara dai due piloti, sono quindi risultati vani.

Hamilton contro la decisione della FIA
Lewis Hamilton – Pilota Mercedes (scommesse.online – Ansa foto)

Zero punti per tutti e due, nessuno porta a casa niente da Austin e la causa è la stessa. Un’irregolarità al fondo di entrambe le vetture, i colpevoli quindi sarebbero gli staff di Mercedes e Ferrari, ma qui troppe cose sembrano non quadrare. A parlarne però, non è stato solo il 7 volte campione del mondo. Ognuno ha la sua versione dei fatti e a quanto pare, Hamilton non ha preso bene ciò che successo una settimana fa.

Squalifica di Austin: l’inglese non ci sta

In un’ intervista rilasciata qualche giorno fa, Max Verstappen non è stato tenero con le scuderie avversaria ed aveva  chiesto esplicitamente, ai vertici della FIA, come mai la Mercedes di George Russell e la Ferrari di Carlos Sainz, non erano state controllate, visto che si trattava comunque, delle due scuderie che erano già state punite.

Hamilton a seguito della suddetta situazione però, si è voluto sfogare e lo ha fatto alla vigilia del GP del Messico. In una delle sue dichiarazioni prima del GP di Città del Messico infatti, il classe ’85 ha spiegato che dopo le interviste finali rilasciate ad Austin, quando Wolff gli ha comunicato che la sua vettura era stata penalizzata, avrebbe voluto tornare nella hospitality, per buttarsi nella vasca col ghiaccio.

Hamilton contro la squalifica di Austin
Hamilton e Leclerc, squalificati in Texas (scommesse.online – Ansa foto)

L’inglese si dice molto rammaricato per quanto subito nel precedente Gp ed ha detto di aver subito “un colpo durissimo”. A Sky Sport F1 ipoi, sono stati trasmessi alcuni passaggi delle sue dichiarazioni e la presa di posizione del pilota inglese è evidente. Il pilota Mercedes ha puntato il dito diritto contro la Federazione e stavolta non ha usato mezzi termini: “C’erano anche altri, non in regola ad Austin”, ma non sono stati puniti…