Juventus: il campione si fa male in allenamento e manda in ansia Allegri

Grana in casa Juventus: il fuoriclasse bianconero si è fatto male in allenamento e la cosa ha preoccupa e non poco, Max Allegri. Malgrado le prime dichiarazioni del top player sembrassero scongiurare problemi seri, l’infortunio potrebbe tener fuori il francese per diverso tempo, ma di cosa si tratta?

La Juventus sta facendo un vero e proprio squadrone e per riportare a casa lui, in particolar modo, ha fatto davvero tanta fatica. Pogba dopo 5 anni di militanza in Premier, ha terminato il suo contratto al Manchester United ed ha voluto a tutti i costi, tornare a Torino. Allegri lo ha dovuto aspettare parecchio ma alla fine è riuscito a riaverlo, e la cosa buona è che lo ha ritrovato con una grandissima voglia di rilanciarsi in Italia. L’esperienza di Paul in Premier League non è stata di certo esaltante ma ora che è tornato alla Juve ha la grande occasione per dimostrare a tutti che è sempre il campione che tutti conosciamo.

pogba
Ansia Juventus: il suo campione si è già fatto male (Ansa)

Pogba: il ginocchio del centrocampista della Juventus fa crack da solo 

Servirà un po’ di tempo per vedere se Pogba sarà forte come quando è andato via, ma le prime indicazioni sono state confortanti. Purtroppo per lui però, è successo l’imponderabile e a fermare temporaneamente i suoi buoni propositi è arrivato un infortunio. Il calciatore infatti, nel mezzo di un allenamento, si è dovuto fermare per un dolore al ginocchio ed ha dovuto lasciare il campo zoppicante. La scena ovviamente ha preoccupato e non poco, sia i tifosi bianconeri presenti, che Massimiliano Allegri. L’allenatore tra l’altro, in quel momento era intento a seguire la seduta in maniera attentissima. La preoccupazione è stata palpabile da subito, anche perché il problema è sorto durante un allenamento atletico e non durante una partita. Questo ovviamente ha escluso da subito che si potesse trattare di una semplice botta. Le immagini del calciatore dolorante che esce dal campo ovviamente, hanno fatto subito il giro del web.

Juventus, ansia per Pogba: lui ha minimizzato sulle sue condizioni, ma gli esami no

Lo stesso Paul Pogba appena uscito dagli spogliatoi, aveva espresso le sue sensazioni, forse anche per rassicurare un po, i sostenitori bianconeri. “Sto bene”, aveva detto il calciatore francese, forse anche per provare ad esorcizzare, quelle che erano le sue vere sensazioni del momento. Chi lo ha visto di persona, ha riferito di aver visto che il giocatore camminava in maniera normale, senza alcun segno di sofferenza e questo aveva tranquillizzato tutti, ben più delle parole del francese. Questa sembrava essere stata senza ombra di dubbio una buona notizia. Notizia che tra l’altro non era arrivata da sola. Subito dopo infatti ne era arrivata subito un’altra, che sembrava ancor di più, poter tranquillizzare i tifosi, anche se quest’ultima è arrivata per deduzione. La notizia infatti era “scaturita” dal “silenzio” del club bianconero, che non avendo comunicato alcuna data, su eventuali esami da sostenere, aveva praticamente derubricato l’infortunio ad un semplice stop precauzionale, deduzione che però alla fine non si è rivelata corretta.

Paul Pogba
Paul Pogba (Instagram)

Si teme un lungo stop

Il problema di Pogba, non passerà velocemente e bisognerà aspettare per poter capire quando il giocatore potrà tornare ad essere disponibile. Se gli esami diagnostici in programma stamattina, confermeranno quanto si teme, ovvero che il francese ha riportato una lesione al menisco laterale del ginocchio destro, il centrocampista sarà costretto a sottoporsi quasi sicuramente ad un intervento chirurgico e dovrà stare fuori dai 30 ai 60 giorni. Il verdetto quindi è atteso proprio nella giornata di oggi, quando il giocatore «sarà sottoposto ad una consulenza ortopedica specialistica» direttamente a Los Angeles.

L’amichevole con il Barcellona

Da quello che emerge in ogni caso, sembrerebbe che la strada dell’intervento chirurgico sia quella più gettonata e l’operazione potrebbe essere effettuata direttamente negli Usa, per accorciare al massimo, i tempi di ripresa. Ovviamente il campione del mondo in carica non prenderà parte alla trasferta che la squadra farà a Dallas per giocare contro il Barcellona,  per poter proseguire con gli accertamenti e con le cure del caso.