Nel Liverpool c’è chi è contento che in finale, sia arrivato il Real ma…

Prima della semifinale tra Real e Manchester City, c’era nel Liverpool chi aveva fatto la sua “lista dei desideri” sulla finale, ma per un semplice motivo…

Anche la semifinale di Champions League di ritorno, tra Real Madrid e Manchester City è stata spettacolare. Una sfida meravigliosa che ha ripreso in pieno le emozioni della gara di andata, anche in quel caso combattuta fino alla fine. Ad assistere alla seconda semifinale stavolta, c’era anche il Liverpool, che il giorno prima aveva eliminato dalla competizione il Villarreal. I Reds avevano appena espugnato lo Estadio della Ceramica con un 2 a 3, che a conti fatti lascia agli spagnoli, poche recriminazioni. Le opzioni prima della gara del Bernabeu, erano due: o il derby inglese, oppure la rivincita della finale del 2018, che si giocò proprio tra Reds e Blancos.

Nel Liverpool c'è chi è contento che in finale, sia arrivato il Real
Nel Liverpool c’è chi è contento che in finale, sia arrivato il Real (Ansa)

Momo e  la sua “sete di vendetta”

Proprio su questo punto, si è basata la speranza di uno di quei giocatori che sarà certamente tra i protagonisti della finale di quest’anno, ma che lo era pure in quel 2018, quando il Real si impose sui Reds per 3 a 1. Stiamo parlando ovviamente di Mohamed Salah. Il giocatore egiziano è stato intervistato dopo la gara vinta dal Liverpool contro il Villareal e non si è di certo nascosto. A Momo (questo il soprannome del calciatore ex Roma e Fiorentina), è stato chiesto espressamente, quale rivale avrebbe preferito tra City e Real Madrid, e la sua risposta non si è fatta attendere. “Sono onesto e dirò la verità vorrei giocarmi la finale contro il Real Madrid”.

La previsione sulla finale di Champions League sorprende

Una grande vittoria in semifinale di Champions League, e il calciatore e non ha nessun dubbio su quale doveva essere la squadra che voleva incontrare nella partita decisiva del torneo: “Se me lo chiedi personalmente, voglio giocare contro il Real”, ha spiegato l’ex attaccante esterno della Roma. Il giorno successivo poi,il desiderio si è avverato e nella seconda semifinale, a trionfare è stata la squadra spagnola, che il 3 minuti ha spazzato via i sogni di gloria di Pep Guardiola.

Real Madrid Carlo Ancelotti
esultanza Real Madrid (LaPresse)

Come detto quindi assisteremo ad una replica della finale del 2018. Quella partita fu vinta dai “Blancos” contro la formazione di Klopp per 3 a 1 e si giocò, allo Stadio Olimpico di Kiev. L’attaccante egiziano in quella occasione, si infortunò al 26′ del primo tempo, dopo un duro scontro di gioco contro Sergio Ramos e compromise anche, il Mondiale in Russia che avrebbe preso il via poche settimane dopo.