Le già esigue speranze scudetto del Napoli si infrangono sulla difesa del Torino. Contro la squadra di Mazzari, gli azzurri non hanno brillato, anche se hanno avuto le occasioni per passare in vantaggio. Un po’ come è successo la scorsa settimana a Firenze. Una sterilità offensiva preoccupante, figlia probabilmente di una condizione fisica non al meglio e di stimoli che stanno venendo a mancare.

Anche se la Juve dista ormai 13 punti, c’è sempre un secondo posto da difendere. L’Inter è sette punti più giù, il Milan è a -11. Vantaggi ragguardevoli certo, ma continuare su questa strada significherebbe ritrovarsi nelle ultime giornate di campionato in una pericolosa bagarre.

Nel primo tempo, sono state cinque le nitide occasioni avute dai partenopei. Le più grandi al 21° e al 33°. Nella prima, bravo Sirigu a smanacciare in angolo una conclusione ravvicinata di Insigne, mentre nella seconda Milik ha sfiorato il palo in scivolata.

Il secondo tempo è sulla falsariga del primo: Torino a difendersi e Napoli a tentare la via del gol. L’occasione più ghiotta capita al 29°sui piedi del capitano azzurro, autore di un bellissimo tiro a giro che si stampa però sul palo. Praticamente la partita finisce qui. Il pubblico rumoreggia, forse ripensando a quanto era spettacolare il Napoli di Sarri lo scorso campionato di questi tempi.

Prima del match del San Paolo, è andata di scena a San Siro Inter-Sampdoria. I nerazzurri, privi di Icardi (quasi separato in casa), riescono ad imporsi per 2-1 su blucerchiati. I gol sono maturati tutti negli ultimi venti minuti del secondo tempo. A passare in vantaggio è l’Inter al 73° con D’Ambrosio, lesto in scivolata a ribadire in rete una rasoterra di Perisic. Neanche tre minuti, è la Samp pareggia. A segnare è Gabbiadini, bravo a sfruttare un favorevole rimpallo in area di rigore.

La gioia per i doriani dura solo 2 minuti. Corner di Candreva, Skriniar devia la palla indietro e Nainggolan, con un tiro di contro balzo, mette la palla nel sette. Grazie a questa vittoria, i nerazzurri tengono a distanza il Milan, accorciano sul Napoli e, soprattutto, sono lontani 8 punti dal pericolosissimo quinto posto.

Photo by Valerio Pennicino/Getty Images