volley

Partenza “inaspettata” da parte della Nazionale di calcio femminile ai Mondiali che si svolgono in Francia. Contro ogni pronostico, le Azzurre guidate dalla C.T. Bertolini battono in rimonta la blasonata Australia, sesta nel Ranking FIFA.

A regolare le giocatrici australiane ci pensa la Bonansea con una doppietta da urlo. La partita si è giocata ieri alle 13 presso lo Stade du Hainaut di Valenciennes, dove erano presenti circa 15.000 spettatori. L’Italia schierava l’identica formazione che aveva battuto in amichevole la Svizzera: esterni bassi Bergamaschi e Guagni, Gama e Linari centrali di difesa, in mezzo al campo Cernoia, Giugliano e Galli, davanti Girelli in raccordo a Bonansea e Mauro. Invece, l’Australia metteva in campo il temibile tridente Raso-Kerr-Foord.

Sicuramente condizionate dall’emozione, le azzurre partono piuttosto contratte, ma riescono comunque a tirare per prime in porta con Mauro al 5’ minuto: tiro debole e centrale. Il gol per l’Italia arriverebbe dopo 9 minuti: fuga solitaria della Bonansea e Giugliano battuta. La guardialinee alza la bandiera, ma è il VAR ad accertare la partenza dell’attaccante azzurra in posizione irregolare. La fiscalissima honduregna Borjas conferma e risultato che resta 0-0.

Da qui in poi, le australiane prendono in mano le redini del gioco e si rendono pericolose al 19’: rasoiata dalla distanza della Foord e palla che sfiora il palo. Il gol del vantaggio arriva dopo soli 3 minuti: calcio di rigore per un leggera cintura della Gama (ammonita) sulla Kerr. La stessa attaccante australiana si presenta sul dischetto, la Giuliani intuisce e respinge, ma la Kerr riesce ad avventarsi per prima sulla palla e a scaraventarla in rete. L’Italia si scuote e sfiora il pari al 30’ con la Girelli, che da pochi passi, di piatto, si divora il gol. L’ultima occasione prima della fine del primo tempo è suoi piedi della Rosa, che si avventa di testa su un cross della Carpenter: brava la Giuliani a respingere.

La ripresa si apre con la prima sostituzione: dentro la Bartoli sulla sinistra con la Guagni dirottata sulla destra. Dopo 11 minuti, la Bonansea sfrutta un controllo sbagliato sulla trequarti, entra in area, si accentra leggermente e di destro infila la palla sul palo lungo: 1-1 e azzurre di nuovo in partita. La Bertolini capisce che si può vincere ed inserisce un quarto attaccante, la Giacinti. Dopo un gol annullato per fuorigioco della Sabatino (35’), le Azzurre riescono a segnare il gol vittoria poco prima il 95’: su un calcio piazzato dalla destra, la Bonansea sfrutta di testa una mischia nell’area piccola, l’uscita a vuoto della Williams e deposita la palla in rete.

In campo la gioia è immensa e tutte le ragazze vanno ad abbracciare l’attaccante della Juventus Women. Dopo un ulteriore minuto di recupero, l’arbitro fischia la fine. Il prossimo impegno delle azzurre sarà venerdì 14 a Reims. Avversario la Giamaica.